Il delirio di onnipotenza di Felipe Massa dopo il “regalo” ricevuto a...

Il delirio di onnipotenza di Felipe Massa dopo il “regalo” ricevuto a Magny-Cours



Non ho avuti dubbi dopo Magny-Cours. Oggi ho la certezza assoluta. Felipe Massa non solo si è montato la testa ma appare evidente che accanto a lui non c’è nessun saggio che possa guidarlo nella sua quotidianità di pilota e lui da megalomane Doc va a ruota libera. Un delirio di onnipotenza.
Sul “Giornale” di oggi (pagina 38) ho letto una lunga intervista di Benny Casadei Lucchi al brasiliano il quale ha dato il meglio della sua presunzione e della sua vanagloria che al confronto il Lewis Hamilton spocchioso dell’anno scorso, punito dalla sua stessa spocchia e del suo datore di lavoro, è un dilettante allo sbaraglio.
Il “grande” Massa, almeno grande nel suo convincimento, ne ha per tutti. Il suo egocentrismo è tale che passa sotto la lente d’ingrandimento di Casadei Lucchi, il quale l’arte dell’intervista la conosce, in dimensioni mostruose.
Kimi Raikkonen ha vinto il titolo mondiale grazie a lui. Dando per scontato che sia vero dovrebbe vergognarsi per averlo ammesso. La modestia non è la virtù di Massa.
Ne consegue che il compagno di squadra gli deve restituire il favore. Ma il titolo lo vuole vincere lui o deve essere Kimi ad agevolarlo? Mancanza di modestia ed eccesso di stupidità.
Anche Michael Schumacher è stato gratificato da questo mostro di bravura retorica. Nei test era più veloce di Michael e nelle ultime 5-7 gare del 2006 era al suo livello! Se Schumi ha vinto il settimo titolo lo deve a lui. Peccato che il tedesco si sia ritirato e non abbia avuto la possibilità di restituire il favore all’ “ecce homo” del Circus.
Il quale Schumacher se tornasse a correre sarebbe alla pari sua e di Raikkonen. Potere verificare questa convinzione non sarà possibile.
Ipocrisia del megalomane: ho imparato tanto da Schumi e Raikkonen.
Mi chiedo e chiedo a Massa, considerato che Casadei Lucchi non lo ha fatto: se la Ferrari di Raikkonen non avesse subìto il danno che ne ha impedito la vittoria in Francia e Massa non avesse ricevuto la “grazia” del successo, immeritato perchè non per suo valore, oggi avrebbe fatto le stesse dichiarazioni e si sentirebbe così sicuro che il titolo iridato è già suo?
Hamilton non ha insegnato nulla a Massa. Per cui se a fine stagione al brasiliano toccasse la stessa sorte che l’anno scorso punì la spocchia dell’inglese potete stare certi che Felipe si sentirà defraudato del diritto napoleonico “dio me l’ha data guai chi la tocca”. Se si tratterà di stupidità se la tenga stretta. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply