Mercato dell’auto in caduta libera e dopo sei mesi di pesante flessione Fiat Automobiles Group ha dovuto fare l’annuncio: cassa integrazione. Da Settembre, alla ripresa lavorativa. Se non lavori non produci, quindi, gli obiettivi di vendita dei tre marchi del Gruppo torinese non saranno quelli più volte annunciati. “Li manterremo, nonostante la crisi”, aveva detto l’ad Marchionne a Milano in occasione dell’Alfa Mito. Ma le sfumature di quella dichiarazione erano chiari segnali di avvertimento. Anche perchè i “chilometri zero” possono essere ossigeno ma se non si vendono neanche quelli è crisi nera.
Mala tempora currunt. (ore 09:00)