Paradosso agghiacciante d’un saldo negativo col segno positivo +. Nell’ultimo week-end 43 morti, +11 rispetto allo stesso periodo del 2007 quando la strage fece registrare 32 decessi.
Ci siamo abituati al cinismo delle cifre, dei bilanci. I morti sulle strade sono numeri non vite prematuramente spente.
La patente a punti non è sufficiente? Questa considerazione l’abbiamo già fatta. Finché al volante ci saranno dei coglioni assassini non potrà esserci alcuno strumento che eviterà le stragi.
Il sequestro del mezzo e l’obbligo della scatola nera su tutti i veicoli potranno servire per il dopo non per il prima. Non voglio fare il fatalista. Il fatto è che la cultura, ammesso che ce ne sia tra gli automobilisti considerata la realtà, non paga. Continueremo a pagare il tributo di sangue, a trattare i morti come numeri per le statistiche, a fare considerazioni di circostanza ad ogni evento luttuoso. Con cinismo. (ore 09:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply