Prima le dimissioni di Demel, ora l’accordo con Psa. C’è qualcuno che fa terrorismo e piazza bombe ad orologeria col proposito di creare confusione e allarmismi attorno e dentro Fiat Auto.
Le due notizie avrebbero dovuto sortire chissà quali effetti. Hanno solo ottenuto perentorie smentite.
Certo, constatare che un quotidiano come “Repubblica” all’accordo (presunto) in fieri tra l’azienda torinese e il gruppo francese di Peugeot e Citroën abbia oggi dedicato un’intera pagina fa pensare che non si tratti solo di un’illazione o di uno scoop fasullo. Ma dobbiamo prendere atto della smentita di Fiat Auto alla quale poche ore dopo ha fatto seguito quella del Gruppo Psa.
Il tempo è galantuomo. Massima che si può applicare senza riserve mentali alla vexata quaestio. (ore 18:30)

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.