Fiat Imperiale America Trasformata

Fiat Imperiale America Trasformata

La conquista dell’America è passata alla fase operativa, dalle intenzioni ai fatti. Sergio Marchionne accolto come un conquistatore ha parlato al popolo della Chrysler per annunciare il rilancio promesso costruito su 21 piattaforme, 3 condivise col Gruppo Fiat. Pareggio del bilancio già nel 2010. Rilancio Chrysler e sbarco Fiat con la 500 e Alfa Romeo con Mito (per cominciare e tanto per gradire). Il Rubicone è stato guadato ed ora…Italia avanti! Fiat Imperiale America Trasformata.
Ford è uscita dalla crisi ed ha raggiunto la spiaggia degli utili dopo tanti affanni e preoccupazioni. General Motors, la nuova General Motors, rinata dalle sue ceneri ha deciso che Opel non si tocca.
Automotonews lo aveva annunciato con largo anticipo Sabato 24 Ottobre con il titolo “GM blocca la cessione di Opel”.
I tempi sono cambiati e il cammino intrapreso da Fritz Henderson è molto diverso nella sostanza da quello impresso dall’allegra banda Rick Wagoner che ha provocato il disfacimento dell’impero. Giù le mani da Opel, quindi: GM non può perdere un produttore che in Europa macina vendite nonostante la crisi. Il governo tedesco è imbufalito? Nessuno può obbligare GM a vendere quel che è suo.
La Formula Uno sembra un malato terminale, Speriamo ci siano cure adatte per salvarla. Vanno via Bmw, distacco annunciato da mesi, e Toyota, decisione maturata in questi ultimi giorni. L’ammucchiata di peones che l’anno prossimo formerà la griglia di partenza accanto alla noblesse oblige del Circus dovrà fare miracoli per non farle rimpiangere. Ma è l’annuncio di Bridgestone che preoccupa in maggiore misura.Gommista cercasi dal 2011. (ore 09:00)
Nella foto, Sergio Marchionne.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

NO COMMENTS

Leave a Reply