Ci siamo indebitati con l’FMI per salvare la Grecia

Ci siamo indebitati con l’FMI per salvare la Grecia

José Manuel Durao Barroso,presidente della Commissione europea, l’ha definito <<un compromesso all’italiana>>. E’ stato un complimento? Sta di fatto che l’Europa per dimostrare <<solidarietà e responsabilità>> nel salvataggio della Grecia ha prima dovuto superare l’atteggiamento della Germania, appunto con un <<compromesso all’italiana>>, poi ha negoziato con il Fondo Monetario condizioni precise per 30 miliardi. Per Barroso <<così é stato anche con l’euro per la creazione dell’Europa>>. C’è una sostanziale differenza: allora abbiamo creato Eurolandia, oggi stiamo coprendo le magagne e perdonando le imperdonabili bugie di un governo, quello greco, che per entrare in Eurolandia ha mentito spudoramente sui suoi conti. Alla menzogna va aggiunta la mancata verifica degli organi comunitari che hanno accettato tutto quel la Grecia ci ha propinato senza fare i necessari riscontri. I pataccari di Atene sono stati bravissimi.
Il salvataggio finanziario della Grecia concordato dai leader dell’Eurogruppo, se il paese ellenico deciderà di sollecitare l’aiuto (vorrei vedere che non lo facesse), costerà a ciascun italiano fino a 92 euro. E’ quanto si desume dal calcolo dell’entita’ dell’onere di 5,5 miliardi che – all’interno del prestito complessivo di 30 miliardi di euro accordato alla Grecia dai Paesi dell’area euro – spettera’ all’Italia, spalmato su una popolazione di 60 milioni di abitanti.Ovviamente tutti i Paesi della zona euro contribuiranno al piano di aiuti per Atene sotto forma di prestiti bilaterali, per il totale di 30 miliardi di euro. L’aiuto della Germania costerà ad ogni tedesco 103 euro (i tedeschi sono quelli che pagheranno di più, pagheranno di meno gli abitanti di Cipro e Lussemburgo, 0,1 euro per abitante).
Ma come la mettiamo ogni volta che il signor Barroso ci ammonisce a tenere sotto controllo i conti pubblici? Questi ammonimenti e i relativi controlli per la Grecia non sono valsi a nulla. Anzi ci hanno costretto ora ad indebitarci col Fondo monetario. Forse dobbiamo ringraziare il <<compromesso all’italiana>>? (ore 09:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply