Miracolo italiano, siamo fiduciosi e ottimisti

Miracolo italiano, siamo fiduciosi e ottimisti

Scoprire che viviamo di ottimismo e di fiducia nel futuro è già una bella scoperta. Scoprire che al Sud d’Italia si vive di fiducia più che altrove è stupefacente. E poi parliamo di Mezzogiorno depresso, abbandonato e arretrato rispetto al resto d’Italia.
Inanzitutto dobbiamo avere fiducia nei dati comunicati dall’Isae che ci mette al corrente che la fiducia dei consumatori italiani ha recuperato ad aprile. Poi rinnoviamo questa fiducia quando ci mette al corrente che il
fenomeno si è manifestato in modo disomogeneo a livello territoriale: meglio nel Nord Ovest e soprattutto nel Sud, scende nel Nord Est e nel Centro. L’indice Isae è tornato a crescere, posizionandosi a 107,9 (dal 106,3 in
marzo), recuperando alla grande la flessione dell’ultimo mese.
Dal momento che ci siamo perché non passare da uno stupore all’altro. In particolare, il progresso registrato nel mese aprile è dovuto alle valutazioni marcatamente più favorevoli sul mercato del lavoro che trovano riscontri positivi sia nel bilancio familiare sia nel mercato dei beni durevoli. Sic! Il netto miglioramento del quadro economico generale è
attribuibile alla marcata discesa dei timori di incremento della disoccupazione. Arisic!
E’ vero allora che l’Italia è un Paese di santi. E per santi. I miracoli lo fanno soprattutto i santi che vivono nelle famiglie che continuano a
confrontarsi con i “chiari di luna” della “quarta settimana”. (ore 11:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply