Tragedia greca e spazzatura europea

Tragedia greca e spazzatura europea

0 3

La Grecia è finita nella discarica della spazzatura europea, il Portogallo tenta di evitare la stessa fine, la Spagna trema, l’euro ha toccato i minimi da un anno a quota 1,3182 sul dollaro, spinto al ribasso proprio a causa del declassamento dei debiti pubblici di Grecia e Portogallo e, per la triste cronaca di questa drammatica vicenda economico-finanziaria,
contemporaneamente l’oro ha toccato il picco del 2010 a 1.172,25 dollari l’oncia .
Non resta che attivare il piano congiunto che mette insieme Eurogruppo, Bce, Fmi e,ovviamente, il governo greco e il ministro delle Finanze di Atene, Giorgio Papaconstantinou, ha avvertito che entro il 19 maggio è necessario che Atene riceva gli aiuti finanziari promessi da Ue-Fmi non essendo altrimenti in grado di far fronte ai suoi obblighi finanziari sul mercato.
Aiuti previsti in 45 miliardi di euro che potrebbero non bastare ad evitare che la crisi del debito di Atene finisca fuori controllo (l’Fmi sta valutando un aumento del proprio contributo di 10 miliardi di euro). La tragedia greca che va da tempo in scena sta arrivando alla conclusione, speriamo tutti con la soluzione di salvataggio. Una tragedia che ha
coinvolto il mondo del lavoro che continua a scendere in piazza perché respinge il piano di austerity del governo. Che non ha alternative al giro di vite se la Grecia vuole uscire dalla pesantissima crisi.
L’effetto domino è ormai evidente e tutti in Europa siamo esposti a questo effetto. Bisogna agire in fretta ed efficacemente e i sacrifici li dovremo fare tutti. Inevitabilmente.
Il governo greco ha affermato che il nuovo declassamento da parte di Standard & Poor <>. Ci vuole una buona dose di facciatosta a fare queste dichiarazioni.(ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply