Il prof. Mario Monti “quasi” ex premier dopo avere ricevuto il foglio di via obbligatorio da parte del Pdl continua ad ignorare i gravissimi problemi del mercato dell’auto. Lo ha fatto anche partecipando all’assemblea dell’Anfia a Roma a conclusione della quale ha preso la parola per un’altra delle sue magistrali lezioni. <<Per fronteggiare una contingenza di un periodo di grave emergenza finanziaria non si può, in un periodo di crisi, largheggiare in sostegni di tipo finanziario e fiscale>>. Nessuno aiuto, quindi, al settore dell’automotive. Che si arrangi come ha fatto fin oggi. Il massimo della concessione è stato accogliere con interesse la proposta di Anfia di istituire una Consulta dell’automotive, secondo la formulazione e gli obiettivi suggeriti dall’Associazione. Con buona pace di tutti i concessionari di auto lasciati una volta di più al loro triste destino.

NO COMMENTS

Leave a Reply