Nuccio Bertone è sui libri di storia dell’automobile e nessuno lo potrà levare dal posto che occupa come designer di auto, carrozziere come venivano definiti una volta. L’azienda da lui creata e che ha il suo nome e tra 5 anni festeggerà i 100 anni di vita rischia di rimanere solo sui libri di storia. Rischia, in altre parole, di cessare di vivere. La crisi che da tempo l’avviluppa inesorabile per mancanza di commesse non sembra risolvibile dal momento che la Fiat, che sembrava propensa ad entrare a fare parte di una nuova società per salvare la Carrozzeria Bertone, si è chiamata fuori all’improvviso e l’accordo è abortito.
Il giallo di questa mancata operazione merita di essere risolto, non foss’altro perché si sappia quali siano i veri motivi della rinuncia di Mirafiori. Anche perché la nuova società avrebbe dovuto realizzare la Lancia Coupè/Cabrio che dovrebbe essere in vendita nel 2008.
Lilly Bertone non demorde. A Ginevra è stata presentata la concept car di una Fiat Panda Barchetta a dimostrazione della mai esaurita vena creativa della pregiata ditta. Oggi, di fronte al baratro, assicura i suoi 1.450 dipendenti che c’è un piano per salvare l’azienda sulla base di un progetto solido che attuerà una produzione diversa da quella prevista con la Fiat. Lunga vita alla Bertone! (ore 09:00)

Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.

NO COMMENTS

Leave a Reply