Il signor Chavez ha tolto l’ultima illusione a quelli che fin oggi hanno governato il destino del pianeta Terra. Le sue minacce sono così chiare da prospettare un futuro in cui la lotta per la sopravvivenza non potrà prescindere dalle peggiori soluzioni possibili.
Siamo petroliodipendenti e chi ce l’ha comanda il gioco. Un gioco che può diventare pericoloso per il destino dell’umanità. Perchè l’emergenza non è solo ambientale ma è anche energetica.
Il futuro bisogna gestirlo subito, con le tecnologie fin oggi in grado di supportare un progresso sostenibile in termini ambientali ed energetici. Le possibilità di liberarci dai ricatti e dal petrolio ci sono e abbiamo il dovere di percorrere tutte le strade che ci allontanano dai pozzi del signor Chavez e soci. L’auto del futuro deve uscire dal laboratorio ed entrare in fabbrica per essere prodotta. Anche se in giro ci sono molti amici del giaguaro. (ore 09:00)

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.