19 Febbraio 2008 – Carlos Ghosn, presidente di Renault-Nissan, non ha mai posto linee di confine all’espansione del brand franco-nipponico. La sua filosofia è in apparenza semplice:<<La nostra alleanza funziona ed è aperta a chiunque voglia farvi parte ma solo con una condivisione totale dei nostri programmi>>.
Ghosn sta preparando lo sbarco negli USA della Renault, posto che in quel mercato Nissan c’è da tempo, ed ha contatti sempre più frequenti con le grandi case automobilistiche americane. Intanto ha già raggiunto con Chrysler un accordo per commercializzare nel Mercosur la Nissan Versa.
Da Ovest ad Est: il manager franco-libanese ha concluso l’alleanza con la russa AutoVaz che ha una capacità produttiva di 1 milione di unità e il marchio Lada è molto radicato in Russia. Con questa alleanza Ghosn punta a diventare il terzo produttore automobilistico mondiale dopo Toyota e General Motors.
E dal momento che non si possono fare programmi ambiziosi senza basi solide ecco che le vendite complessive di Renault-Nissan sono cresciute nel 2007 del 2,1% mentre il margine operativo è salito del 27,4% a 1.354 milioni di euro anche se l’utile netto è sceso del 7,6% a 2,7 miliardi di euro e contestualmente è calato l’indebitamento. Previsioni 2008 +10% nei volumi di vendita e nel medio termine, 2011, commercializzazione dell’auto elettrica in Israele e dal 2012 in tutto il mondo. (ore 09:00)