Monaco di Baviera – Nel 2007 quando Bmw Motorrad ampliò la famiglia GS con i modelli d’ingresso e di classe media F 650 GS e F 800 GS il messaggio era chiaro: regalare tanto divertimento di guida con delle moto leggere, sicure e controllabili su tutti i terreni, equipaggiate con un propulsore dalla potenza entusiasmante ed adatte ai viaggi, anche quando la destinazione era raggiungibile solo percorrendo sentieri di pietrisco. Il risultato: due varianti di un concetto accolto con entusiasmo da molti appassionati del motociclismo.
Con l’esordio dei due nuovi modelli enduro F 700 GS e F 800 GS Bmw Motorrad dà seguito a questo capitolo della propria storia di successo ed ha accettato nuovamente la sfida di migliorare ciò che è già ottimo, puntando con coerenza nel proprio lavoro di sviluppo sull’ottimizzazione dei tipici punti forti della GS.
La nuova F 800 GS abbina l’idoneità alla guida stradale e al turismo ad eccellenti caratteristiche fuoristrada, creando così una fusione finora mai vista di questi due mondi del motociclismo. La nuova F 700 GS si rivolge invece essenzialmente ai motociclisti che non richiedono troppe capacità off-road. Le sue carte vincenti sono una sella bassa, l’utilizzo universale nella guida giornaliera e una potenza più che sufficiente combinata con una guida a basso consumo di carburante.
Seguendo il principio “360 gradi di sicurezza” Bmw Motorrad introduce l’Abs di serie nella nuova F 700 GS e nella F 800 GS. Altre novità nel segmento di appartenenza a livello di sicurezza sono l’optional Controllo della stabilità Asc (Automatic stability control) e l’optional Regolazione elettronica delle sospensioni Esa (Electronic suspension adjustment), disponibili per la nuova F 700 GS e la F 800 GS.
Sia la F 700 GS che la F 800 GS si affidano nuovamente al caratteristico motore bicilindrico a quattro valvole raffreddato ad acqua dalla cilindrata di 798 cc, equipaggiato con iniezione elettronica del carburante, catalizzatore regolato e cambio a sei rapporti. Il propulsore affascina in particolare per la sua rapidità di risposta, un’elasticità impressionante e un basso consumo di carburante. Unica nel campo motociclistico è la compensazione delle masse attraverso una biella oscillante supplementare che assorbe le forze di massa di primo e secondo ordine, assicurando così un esercizio a vibrazioni ridotte del motore bicilindrico.
Nella F 800 GS il propulsore eroga la stessa potenza del modello precedente, 63 kW (85 cv) a 7.500 g/min, e sviluppa una coppia massima di 83 Nm a 5.750 g/min. La nuova F 700 GS invece trae profitto da un aumento della potenza e della coppia rispetto al modello precedente. Mettendo a disposizione 55 kW (75 cv) a 7.300 g/min (F 650 GS: 52 kW 71 cv a 7.000 g/min) il propulsore offre adesso 4 cv in più di potenza; anche la coppia massima è cresciuta a 77 Nm, disponibili a 5.500 g/min (F 650 GS 75 Nm a 4.500 g/min). In combinazione con un rapporto finale leggermente più corto sono migliorate così sia la performance del motore che la dinamicità di guida.
La nuova F 700 GS e la nuova F 800 GS puntano sulla ciclistica che si è affermata nei modelli precedenti. Il telaio a griglia in travi di acciaio integra il motore come elemento portante. Un telaietto posteriore in tubi quadri di acciaio, il forcellone oscillante a doppio braccio in alluminio, le ruote e i pneumatici sono rimasti invariati. Analogamente alla F 800 GS anche la F 700 GS decelera con l’aiuto di un doppio freno a disco montato sulla ruota anteriore. In più, per la prima volta i due nuovi modelli GS sono equipaggiati di serie con la nuova generazione dell’Abs bicanale.
Una novità in questo segmento motociclistico è l’Esa. L’optional fornito ex fabbrica permette al pilota di eseguire la regolazione comodamente dal manubrio, premendo semplicemente un pulsante. Il sistema offre la possibilità di variare l’ammortizzazione della fase di allungamento della sospensione posteriore selezionando tra le varianti “Comfort”, “Normal” oppure “Sport” e di adattarla alle particolarità del fondo stradale e dello stile di guida. Inoltre, è stato ottimizzato il volantino per la regolazione della base molla, così da renderlo più confortevole nell’uso.
Un altro optional nuovo disponibile ex fabbrica ed unico nel segmento di appartenenza della nuova F 700 GS e della F 800 GS è l’Asc. Questa regolazione della stabilità di BMW Motorrad previene lo slittamento indesiderato della ruota posteriore durante le fasi accelerazione, dunque la perdita della guida laterale che può concludersi con lo sbandamento attraverso la ruota posteriore. La piacevole conseguenza è una maggiore sicurezza di guida, soprattutto su fondi stradali a grip ridotto.
La nuova F 700 GS e la F 800 GS puntano sull’ultima generazione di leve a mano e di comandi sviluppati da Bmw Motorrad. I componenti si distinguono per una costruzione compatta e una ergonomia ulteriormente perfezionata.
Nel cockpit il tachimetro e il contagiri analogici sono stati sistemati uno sopra l’altro; nella nuova F 700 GS e nella F 800 GS il nuovo disegno del quadrante migliora la leggibilità della velocità e del numero di giri del motore. In più, il display d’informazioni di serie indica al pilota il livello del carburante e la temperatura del liquido di raffreddamento.
F 700 GS e F 800 GS segnalano la loro dinamicità potenziata e la maggiore armonia stilistica anche attraverso i coperchi colore grigio fumé degli indicatori di direzione e un coperchio grigio fumé per la luce posteriore realizzata con unità Led.  Inoltre, sono state rivalutate anche nel loro linguaggio formale, creando un design più pulito che valorizza le virtù dei due modelli. Gli interventi principali di rivisitazione sono stati eseguiti sulla carenatura laterale che si presenta adesso più marcata e dinamica e riflette con maggiore autenticità i due caratteri differenti della F 700 GS e della F 800 GS. Nuovi concetti cromatici e scritte ridisegnate completano il pacchetto delle modifiche stilistiche.
ARGOMENTI CORRELATI
Sicurezza a 360 gradi.

NO COMMENTS

Leave a Reply