San Paolo – Al Salone Internazionale dell’Automobile di San Paolo 2012 (dal 22 ottobre al 4 novembre), Volkswagen presenta in anteprima mondiale il prototipo di un suv compatto di nuovo sviluppo, la Taigun, omaggio al mercato brasiliano che si basa sulla up! e che rimanda col nome alla Tiguan (di fatto, ne è l’anagramma). In caso passasse in produzione, la nuova Volkswagen potrebbe essere offerta non solo in Sudamerica ma anche nel resto del mondo.
Il prototipo del nuovo Sport Utility Vehicle è lungo 3.859 mm, largo 1.728 mm e alto 1.570 mm. Tra le ruote anteriori e quelle posteriori si sviluppa un passo molto ampio (2.470 mm) rispetto alla lunghezza della carrozzeria, con sbalzi corti e proporzioni accattivanti. La Taigun, dotata di quattro posti, monta un motore 1.0 TSI 110 cv, lo stesso della up!. Così equipaggiato, il prototipo (del peso di 985 kg) accelera da 0 a 100 km/h in 9,2 secondi.
Come per gli esterni, nell’abitacolo i designer hanno sviluppato un’estetica che riflette lo spirito del “mondo urbano” secondo Volkswagen. Gli amanti di smartphone o tablet apprezzeranno anche il design, i materiali utilizzati per le superfici e la disposizione degli elementi di comando della Taigun.
Il suv vanta uno sfruttamento dello spazio davvero esemplare. Il portellone dà accesso a un bagagliaio da 280 litri, volume che con il divano posteriore abbattuto può raggiungere i 987 litri. La posizione rialzata dei sedili rende più agevole salire e scendere dall’auto e offre una visibilità migliore. L’altezza interna nella parte anteriore dell’abitacolo è pari a 1.036 mm, quella sui sedili posteriori è di 980 mm.
La Taigun è dotata di un sistema di infotainment interfacciabile con tutti i comuni smartphone. A destra del sistema di radio-navigazione si trova il regolatore combinato volume/ON/OFF. In posizione centrale sotto il sistema di infotainment si trovano l’interruttore per il lampeggio di emergenza (al centro) e i tasti per il riscaldamento del lunotto termico, la funzione defrost, il climatizzatore e l’illuminazione esterna, tutti in alluminio, a sottolineare ulteriormente la ricercatezza dell’abitacolo.
Sopra il sistema di radio-navigazione, sulla plancia, si trovano altri tre strumenti supplementari (pressione dell’olio, temperatura dell’acqua e pressione di sovralimentazione), dotazioni che si sposano con il volante a tre razze sportivo rivestito in pelle, con parte inferiore della corona appiattita, perfetto anche sotto il profilo ergonomico.
In linea generale, tutte le concept che Volkswagen presenta ai Saloni potrebbero un giorno essere prodotte in serie. Le possibilità di vedere la Taigun nelle concessionarie, quindi, sono particolarmente elevate. Tutto dipende dal riscontro del pubblico.