Verona – Skoda alza il sipario sulla terza generazione della Octavia, il <<cuore del Marchio>>, come afferma Winfried Vahland, presidente Škoda. <<È una vettura che interpreta alla perfezione il dna della Škoda: spazio in abbondanza, qualità, cura dei dettagli, tecnologie moderne e consolidate, design ricercato, un’elevata funzionalità e un ottimo rapporto qualità/prezzo>>, ha aggiunto Vahland.
La nuova Octavia è un punto di riferimento all’interno del segmento in termini di spaziosità. L’offerta di spazio è comparabile a quella di vetture che si collocano in un segmento superiore. Particolarmente rilevanti sono i dati relativi alla lunghezza interna dell’abitacolo (1.782 mm), allo spazio per le ginocchia (73 mm) e per la testa (980 mm) a disposizione dei passeggeri posteriori. Il volume del bagagliaio, pari a 590 litri, è il migliore del segmento. Anche altre dimensioni degli interni sono aumentate rispetto alla Octavia di seconda generazione: lo spazio per la testa per gli occupanti anteriori (+8 mm) e la larghezza a livello dei gomiti (+39 mm nella parte anteriore dell’abitacolo, +26 mm in quella posteriore). Questo si deve al fatto che è cresciuta significativamente in lunghezza (+ 90 mm) e in larghezza (+45 mm) rispetto al modello precedente. Il passo è 108 mm più lungo: un accorgimento che consente appunto di ricavare più spazio per i passeggeri posteriori all’interno dell’abitacolo.
La nuova Octavia non colpisce solo per lo spazio a disposizione, ma anche per lo stile. Il Team Design Škoda, guidato da Jozef Kabaň, ha rielaborato profondamente l’immagine della Octavia: ora è più dinamica ed elegante.
Durante le fasi di progettazione, uno degli obiettivi principali è stato quello di realizzare un’auto ancora più sicura. Per questo motivo, gli ingegneri hanno sviluppato una serie di sistemi di sicurezza all’avanguardia, che include la funzione di frenata di emergenza (il Front Assistant, disponibile da maggio 2013), il dispositivo di assistenza per il mantenimento di corsia (Lane Assistant), la funzione di frenata anti collisione multipla (Multicollision-braking), il sistema proattivo di protezione degli occupanti in caso di incidente (Crew Protect Assistant), il dispositivo di riconoscimento della stanchezza del conducente (Driver Activity Assistant). Gli airbag per le ginocchia, di serie, e gli airbag laterali per i passeggeri posteriori sono disponibili per la prima volta sulla Octavia.
Gli ingegneri Škoda hanno ottenuto progressi particolarmente significativi anche sul fronte dei consumi e delle emissioni, grazie a motori benzina e diesel di ultima generazione, a un coefficiente di resistenza aerodinamica più basso e al peso ridotto della vettura (fino a 102 kg).
La versione GreenLine della nuova Octavia, equipaggiata con il propulsore 1.6 TDI 110 cv, fa segnare emissioni di CO2 pari a soli 89 g/km, con un consumo di appena 3,4 litri di gasolio ogni 100 km. L’offerta comprende quattro motorizzazioni benzina, tutte con tecnologia TSI, e quattro diesel TDI common-rail. In futuro arriverà anche una versione a metano. Le versioni Green tec, dotate di sistema start-stop e dispositivo per il recupero dell’energia, sono disponibili per tutte le motorizzazioni eccezion fatta per i propulsori di accesso (sia benzina sia diesel). Il top di gamma per la Octavia è il 1.8 TSI 180 cv. Per quanto riguarda la trasmissione, è possibile scegliere tra cambio manuale e cambio DSG. Più avanti verranno proposte anche le versioni a trazione integrale e la variante sportiva RS.