New York – Harley-Davidson svela il Project LiveWire, primo progetto di motocicletta elettrica firmato Harley-Davidson. In continuità con l’approccio customer-led nello sviluppo prodotto, dalla prossima settimana un selezionato numero di clienti negli Stati Uniti potrà guidare e offrire il proprio parere in merito alla nuova moto partecipando alla Project LiveWire Experience, contribuendo così nella costruzione del futuro del primo veicolo elettrico prodotto da Harley-Davidson. Project LiveWire non sarà in vendita ma verrà sviluppato e pensato come piattaforma per raccogliere pareri e aspettative dei motociclisti rispetto a una Harley-Davidson elettrica.
<<L’America ha sempre dato il suo meglio quando si è trattato di reinventarsidichiara Matt Levatich, presidente e chief operating officer di Harley-Davidson Motor Companye come per l’America, Harley-Davidson si è reinventata più volte nella sua storia anche grazie al contributo dei clienti che ci hanno accompagnato in ogni momento. Project LiveWire è un altro esaltante momento nella nostra storia costruito insieme a loro>>.
La Project LiveWire Experience inviterà i clienti ad un test ride finalizzato a raccogliere pareri e dettagli in merito a questa motocicletta. Anche coloro che non sono in possesso della patente avranno l’opportunità di provare la potenza del Project LiveWire grazie al Jumpstart, un’esperienza di guida simulata.
Aggiunge Levatich: <<Lanceremo un tour che partirà dalla Route 66 e visiterà più di 30 concessionarie Harley-Davidson fino alla fine dell’anno. Nel 2015 la Project LiveWire Experience proseguirà negli Stati Uniti e arriverà anche in Canada e in Europa. Tutto questo conferma la capacità di reinventarsi da parte di Harley-Davidson. Negli ultimi anni abbiamo allargato la nostra offerta per rivolgerci a un sempre più ampio pubblico, così come abbiamo reinventato il nostro approccio allo sviluppo e alla produzione dei nuovi modelli. Il risultato sono stati i recenti lanci di prodotti innovativi come il Project Rushmore, la Street 750 e 500 e infine il Project LiveWire>>.

NO COMMENTS

Leave a Reply