Monaco di Baviera – Con il debutto della nuova M4 Cabrio, Bmw amplia la gamma di modelli con un’ulteriore affascinante variante della leggendaria vettura sportiva. La nuova M4 Cabrio offre gli stessi valori prestazionali della nuova M3 berlina e della nuova M4 Coupé.
La M4 Cabrio riprende l’andamento delle linee del modello Cabrio della Serie 4. Grazie al proprio linguaggio stilistico, a tetto aperto la vettura combina una silhouette dall’eleganza inconfondibile con proporzioni perfette e a tetto chiuso con una linea da coupé straordinariamente dinamica, senza montante B. Al contempo, la M4 Cabrio è immediatamente identificabile come membro della famiglia di modelli M3/M4, come lasciano riconoscere il cofano motore dal caratteristico powerdome, i marcati specchietti retrovisori esterni dal design con base a doppie asticelle e i passaruota anteriori e posteriori fortemente bombati che si estendono sopra i cerchi in lega fucinati che montano pneumatici differenziati da 18 oppure 19 pollici (optional).
Il motore è il sei cilindri in linea a regimi elevati con tecnologia M TwinPower Turbo, sviluppato ex novo e noto dalla M3 berlina e M4 Coupé. Il motore eroga da una cilindrata di 3.000 cc una potenza di picco di 431 cv e mette a disposizione la coppia massima di 550 Newton metri in un ampio arco di regime. Questo consente di realizzare non solo delle prestazioni di guida estremamente sportive, l’accelerazione da 0 a 100 km/h in solo 4,4 secondi (con l’optional cambio a doppia frizione M a sette rapporti), ma offre anche delle riserve di potenza sufficienti per la guida rilassata a tetto aperto.
Analogamente alla M3 berlina e alla M4 Coupé, il lightweight design intelligente è stato applicato con coerenza anche alla costruzione della M4 Cabrio. Ad esempio, il cofano motore e le sezioni anteriori delle fiancate sono in alluminio, analogamente a numerosi componenti dello chassis ad alte prestazioni. Nella nuova M4 Cabrio è stato fatto anche ampio ricorso al Cfrp (materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio), un materiale leggerissimo che grazie alla sua rigidità estrema è anche altamente resistente.
Ad esempio, l’albero cardanico in Cfrp ha consentito la costruzione in un pezzo unico e di conseguenza di raggiungere un notevole risparmio di peso e una diminuzione delle masse in rotazione. La centina di precisione in Cfrp inserita nel cofano motore dal peso di solo 1,5 chilogrammi offre un livello di rigidità non realizzabile con un comparabile componente in alluminio, e contribuisce così in modo determinante all’eccellente comportamento autosterzante e all’esemplare precisione di guida.
All’interno il tetto metallico tripartito della M4 Cabrio è completamente rivestito e affascina per il suo ottimo isolamento acustico che lo rende perfettamente adatto anche all’uso invernale. Premendo un pulsante il tetto si apre in solo 20 secondi, qualora necessario anche durante la guida fino a una velocità di 18 km/h.
Oltre all’equipaggiamento di serie già molto ricco, per la nuova M4 Cabrio sono disponibili numerosi attraenti optional che contribuiscono a impreziosirne ulteriormente l’estetica, ad aumentarne il dinamismo e il comfort. I colori e materiali speciali sono adattabili alla perfezione alle preferenze del guidatore.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.