Barcellona – La Seat lo aveva anticipato. Nel giro di un mese presenteremo anche la tre porte, l’Ibiza SportCoupè. Detto e fatto, così a Girona a pochi chilometri da Barcellona è arrivato puntuale il battesimo sull’asfalto in Spagna. Evoca stilisticamente la concept Bocanegra della Seat presentata in Marzo a Ginevra. Posizione ribassata dei fari anteriori e della griglia del radiatore denunciano un temperamento focoso. Promette adeguate qualità dinamiche grazie ad una offerta di motori vivaci, due benzina 1.2 da 70 cv, 1.4-16v da 85 cv e due turbodiesel, un 1.4 TDI da 80 cv ed un 1.9 TDI da 105 cv, quest’ultimi due con filtro antiparticolato di serie. Disponibilità in Italia da ottobre, prezzi a partire da 11.150 euro per la 1.2 da 70 cv Reference, fatta su misura per i neopatentati. In un anno pieno la previsione è di vendere 25.000 Ibiza e 6500 CoupèSport. Non è da escludere che nel 210 arrivi una Wagon.
Tre gli allestimenti Reference (di serie, abs, alzacristalli elettrici, airbag lato guida e passeggero, airbag torace-testa, predisposizione autoradio, interni «Bambù»), Stylance (in più sedili posteriori sdoppiabil, radio CD MP3, fari fendinebbia integrati, aria condizionata, computer di bordo) e Sport ( sedii anteriori sportivi, volante e leva del cambio in pelle, crchi in lega da 16″, sospensioni sportive).
Carrozzeria compatta, lunghezza 4,034 m, altezza 1,428, utilizza la piattaforma del Gruppo Volkswagen sviluppata appositamente per questo segmento. E’ standard l’Esp (controllo elettronico della stabilità), l’Hill Hold Control (sistema assistenza per le partenze in salita) e la spia pneumatici. Luce statica di svolta nei fendinebbia. Come extra fari bi-xeno e bidirezionali adattativi, sensori di parcheggio, connesione Bluetooth, un supporto per il posizionamento dei navigatori portatili.
All’interno della 1.9 TDI da 105 cv (187 orari, consumo combinato di 4,5 litri di gasolio, ciclo extraurbano, addirittura 3,7 litri x 100 km, capacità bagagliaio 284 litri) balzano evidenti le rifiniture del cruscotto, la plancia, i diffusori dell’aria e la consolle centrale, in cui trova posto lo stereo con collegamento Bluerooth gestibile mediante i comandi sistemati sul piantone dello sterzo. Agile e seducente non perde tempo nel prendere i giri, offrendo briosità e disponibilità all’impiego, con quel sottofondo di decibel che sono tanto graditi dai giovani. Entra ed esce dalle curve in modo egregio, cambio manuale a cinque marce dai precisi innesti, frenata ottimale. Visibilità posteriore un po’ sacrificata ma in queste coupé tre porte non fa certo notizia, meno di 120 gr/km di emissioni di C02. Sul benzina 1.6 il nuovo cambio DSG a sette rapporti.
«In un futuro non lontano – ha anticipato Federica Bennato, responsabile della Comunicazione del Volkswagen Group Italia – arriveranno la versione ecologica Ecomotive nonchè le più sportive FR e Cupra». E questo la dice lunga sulla vitalità di questo marchio che da quando parla tedesco ha fatto un note

SHARE
Cenzo Baj
Nasce sulla carta stampata e si deve adattare alle nuove forme di comunicazione. Tutto, tranne i social network.