Yamaha XT660Z Ténéré

Yamaha XT660Z Ténéré



A venticinque anni di distanza dalla sua mitica progenitrice, una nuova Ténéré torna a viaggiare sulle strade ed i deserti di mezzo mondo.
Attualissima nelle sue linee tese e spigolose, la neonata Yamaha XT660Z Ténéré non mancherà di far breccia anche nel cuore dei trentacinque-quarantenni, che con il mito delle “dakariane” sono cresciuti ed hanno mosso i primi passi nel mondo delle due ruote tassellate.
D’altra parte, di monocilindriche così ben fatte, poliedriche e con quella spolverata di puro spirito d’avventura non ce ne sono poi tante e, con un prezzo chiavi in mano di 6.995,00 euro, questa Ténéré potrebbe rivelarsi un desiderio alla portata di molte tasche.
Mossa dal noto monocilindrico carter secco da 660 cc, monoalbero raffreddato a liquido, capace di 48,4 cv a 6.100 giri/minuto con un valore di coppia massima di 5,87 kgm erogati a 5.500 giri/minuto e dotato di iniezione elettronica, la Ténéré dichiara un peso a secco di 183 kg a cui va però aggiunto il carburante contenuto nel serbatoio da 22 litri di capacità.
Buone quindi le prestazioni, esaltate anche dall’agilità conferita dalle ruote da 21 e 17 pollici – gommate 90/90 e 130/80 – che, insieme all’ampio angolo di sterzo, garantiscono il facile superamento di ogni ostacolo.
Ben frenata, grazie alla coppia di dischi anteriori da 298 mm di diametro e con una ciclistica a punto che può contare su sospensioni ben controllate e dalla lunga escursione utile, la Yamaha XT660Z consente anche a chi è alle prime esperienze fuoristradistiche di togliersi qualche soddisfazione sugli sterrati meno impegnativi. Eccellente anche il comportamento stradale, sempre sicuro e sincero in ogni frangente. Un po’ meno amichevole l’altezza della sella, il cui piano di seduta posto a ben 895 mm da terra non consente ai meno dotati fisicamente di godere di un solido appoggio da fermi. Ottima invece la protezione aerodinamica offerta dal bel plexiglas trasparente, che consente di mantenere medie autostradali di tutto rispetto senza affaticare il pilota. Dedicate ai grandi viaggiatori anche le valige laterali rigide in alluminio da 30 litri offerte in opzione ed abbinabili ad un top-case coordinato con la medesima capacità.
Tra i molteplici optional, da segnalare anche il sempre utile cavalletto centrale, le protezioni per le leve al manubrio, il silenziatore Akrapovič e la classica piastra paramotore.
Tre gli abbinamenti cromatici proposti, tutti gradevoli ed evocativi: Midnight Black, Competition White e Desert Khaki. (ore 9:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply