Verona – Honda cambia il “sound” della sua Jazz e rinnova il modello regalandole spazi interni sorprendenti, consumi ed emissioni più bassi della categoria e particolari di design degni di nota. Esternamente cambia la scocca che diventa leggermente più grande e la linea dell’abitacolo si “avanza” donandole una migliore visibilità. Ora i “sedili magici” possono essere ribaltati con un solo semplice movimento e la loro versatilità viene ancora più accentuata dal nuovo vano bagagli a doppio livello. Jazz è dotata di equipaggiamenti di sicurezza avanzati, grazie all’introduzione della struttura della scocca a tecnologia di compatibilità avanzata ACE (Advanced Compatibility Engineering), i poggiatesta anteriori attivi e il sistema di controllo elettronico in curva VSA (Vehicle Stability Assist). Di serie su tutti i modelli doppi airbag anteriori e laterali, airbag a tendina su tutta la lunghezza e cinture di sicurezza con attacco a tre punti in tutti e cinque i sedili, i sedili anteriori hanno anche i pretensionatori a doppio stadio.
Con i nuovi e potenti propulsori a benzina che si avvalgono della tecnologia a fasatura variabile VTEC di Honda, l’equilibrio fra consumi e prestazioni è decisamente ai vertici della categoria. I nuovi motori 1.2 e 1.4 sono abbinati a un cambio manuale a 5 rapporti o al cambio automatico sequenziale i-SHIFT con leve di comando al volante (modello 1.4). Con una potenza di 90 cv rispetto ai 79 cv del precedente a 6000 giri/min e una coppia di 114 Nm contro i 110 Nm per un miglioramento globale delle prestazioni, il 1.2 consuma solo 5,1 l/100 km nel ciclo combinato (rispetto ai 5,5 precedenti), mentre le emissioni di CO2 sono state ridotte da 129 a 120 g/km. Il nuovo motore 1.4 da 100 cv e 127 Nm presenta un consumo di soli 5,3 l/100 km per il modello manuale e addirittura di soli 5,1 l/100 km nelle versioni con cambio automatico sequenziale i-SHIFT (nel 1.4 CVT precedente era di 5,9 l/100 km). Le emissioni di CO2 sono scese rispettivamente a 124 e 120 g/km (prima erano di 137 e 139 g/km), le più basse della categoria.
L’ingegnosa configurazione interna di Jazz, con le sue dimensioni compatte e il serbatoio montato centralmente per consentire più spazio di carico, garantiscono nuovi livelli di comfort assoluto. I passeggeri dei sedili posteriori ora dispongono di 37 mm di spazio in più per le ginocchia, mentre la distanza tra i passeggeri anteriori e posteriori è stata aumentata di 30 mm. Anche la visibilità complessiva risulta notevolmente migliorata. I montanti anteriori assottigliati, il parabrezza più ampio e i lunotti laterali tre volte più grandi di quelli del modello precedente garantiscono una guida più rilassata, mentre i poggiatesta posteriori retraibili consentono di sgombrare completamente la visuale posteriore.
Nella nuova Jazz la straordinaria praticità della funzione dei sedili magici è integrata da un vano bagagli ancora più flessibile che si avvale di un vano di carico nascosto da un pannello a doppia cerniera; il pannello può essere rimosso tutto insieme o ripiegato contro i sedili posteriori per sfruttare tutta la profondità disponibile.
Con una lunghezza di 3900 mm, una larghezza di 1695 mm e un’altezza di 1525 mm, la nuova Jazz occupa una nicchia tutta sua tra il segmento B, di cui richiama lo stile, e quello delle MPV, di cui offre la praticità. L’altezza complessiva della nuova Jazz resta uguale, mentre la lunghezza è maggiore di 55 mm e la larghezza di 20 mm. L’incremento di 50 mm dell’interasse e l’aumento della carreggiata anteriore e posteriore rispettivamente di 35 e 30 mm contribuiscono alla stabilità di marcia. Nonostante l’aumento delle dimensioni, il raggio totale di sterzata di 9,8 m non è superiore a quello della versione precedente; anche la visibilità è notevolmente migliorata.
I materiali di alta qualità, gradevoli al tatto, abbinati al design e ai colori raffinati conferiscono all’abitacolo un tocco esclusivo. I sedili anteriori più comodi con un supporto ottimale, il poggiapiede per il conducente, il sedile conducente regolabile in altezza, il volante di guida regolabile in profondità e in altezza, i sedili posteriori più larghi sono solo alcune delle caratteristiche che contribuiscono a un ambiente interno più rilassante e accogliente. L’isolamento acustico e la maggiore rigidità della scocca sono altri elementi che fanno di Jazz un ambiente veramente piacevole. Per godere ancora di più del senso dello spazio, la Jazz 1.4 nella versione top di gamma è equipaggiata con un tettuccio panoramico che si estende sopra i sedili posteriori per una visuale veramente eccezionale.  (ore 11:50)