Proposta al pubblico ad un prezzo di 9.950,00 €uro, la versione Traveller della Suzuki Bandit S 1250 offre agli appassionati dei viaggi su due ruote tutto l’equipaggiamento necessario per affrontarli nel più confortevole e sicuro dei modi.
Questa speciale versione allestita dalla casa offre infatti di serie il parabrezza con deflettore regolabile, la carena inferiore in tinta con la carrozzeria (offerta nel solo colore nero), il top-case da 47 litri di capacità con imbottitura poggiaschiena integrata per il passeggero ed una coppia di valige laterali rigide da 35 litri di capacità ciascuna. Tutti accessori che possono essere acquistati anche singolarmente dal catalogo di componenti aftermarket proposto dalla Suzuki; ma che, per essere installati su una normale Bandit S, comporterebbero una spesa di 1.577,10 €uro, da aggiungere al prezzo di listino di 9.050,00 €uro del modello base, portando il totale a quota 10.627,10 €uro.
Risparmio a parte sul pacchetto di dotazioni accessorie, la GSF 1250 S Traveller offre il medesimo, consolidato ed affidabile mix di tecnologia che da sempre caratterizza tutti i modelli della serie Bandit.
Spinta da un generoso quattro cilindri raffreddato a liquido, Euro 3, iniezione elettronica, da 1.255 cc capace di 98 CV a 7.500 giri/minuto con una coppia massima di 11 kgm erogati già a quota 3.700 giri minuto, non accusa minimamente l’aggravio in peso di oltre 25 kg apportato da borse, telai e bauletto.
Facile e piacevole da condurre tanto in solitario quanto in coppia a pieno carico, questa Bandit carenata deve la sua polivalenza anche alle ottime doti di sincerità del telaio a doppia culla realizzato in acciaio. Valido anche il lavoro svolto dal reparto sospensioni che può contare su una forcella anteriore tradizionale con steli da 43 mm di diametro, regolabile nel precarico della molla, chiamata a lavorare in abbinamento al monoammortizzatore posteriore, anch’esso dotato di precarico molla regolabile. Tokico i freni, con doppio disco anteriore da 310 mm di diametro morsi da pinze a quattro pistoncini e disco singolo posteriore da 240 mm con pinza a pistoncino singolo.
 
Di serie l’impianto antibloccaggio ABS, validissimo contributo alla sicurezza nella marcia in ogni condizione atmosferica e su ogni tipo di fondo stradale. Ottimo il cambio a sei rapporti, sempre morbido e preciso negli innesti, così come di elevata qualità è il comfort offerto da sella e pedane. Peccato solo per il non trascurabile calore che raggiunge le gambe del pilota, specie nella marcia a bassa velocità.

NO COMMENTS

Leave a Reply