Gas Gas Pampera 400

Gas Gas Pampera 400

La casa spagnola, famosa per le sue moto da trial ed enduro specialistiche, presenta una interessante 400 entry-level con motorizzazione quattro tempi dedicata ai neofiti o a chi intende il fuoristrada come rilassante passatempo da trascorrere lontano dal fettucciato dei percorsi di gara.
Distante anni luce dalla cattiveria specialistica della FSE 450, la Gas Gas Pampera 400 rimane fedele alle progenitrici due tempi che l’hanno preceduta portando il suo stesso nome: la sua parola d’ordine è facilità. Facilità di guida, grazie alle quote ciclistiche ed all’altezza di sella ridotte. Facilità di manutenzione, grazie alla componentistica solida ed affidabile che predilige soluzioni collaudate e punta su materiali robusti e facilmente riparabili, all’occorrenza, anche nel garage di casa. Un concetto “easy” che trova oggi riscontro con difficoltà nell’attuale panorama di enduro pronto gara che le case sfornano al ritmo di una ogni dodici mesi, ma che si rivolge a tutti quei motociclisti che cercano un mezzo semplice ed economico per divertirsi sulle mulattiere la domenica mattina.
Ben venga, quindi, il robusto telaio perimetrale in acciaio con telaietto reggisella scomponibile costruito nello stesso materiale, così come la forcella tradizionale Marzocchi Magnum da 45 mm priva di regolazioni e dall’escursione ridotta, ma scorrevole al punto giusto e frenata quanto basta per affrontare senza pensieri anche i dossi più cattivi. Al retrotreno, troviamo un bel forcellone in alluminio su cui lavora, mediante interposizione di leveraggi progressivi, un monoammortizzatore Sachs regolabile nel solo precarico molla. I dischi, forniti dalla spagnola AJP così come le pompe idrauliche di freni e frizione, svolgono egregiamente il loro lavoro e donano all’insieme un equilibrio invidiabile persino da concorrenti ben più blasonate. Completa e rende perfetto il tutto il propulsore monocilindrico con distribuzione bialbero a quattro valvole alimentato da un carburatore Dell’Orto PHF da 36 mm in luogo dell’iniezione elettronica di cui la Gas Gas è sta pioniera. Una scelta dettata sicuramente da ragioni di contenimento dei costi, ma che regala a questa unità di 398 cc una erogazione straordinariamente piena e regolare a tutti i regimi. I 34 cv raggiunti a 9.000 giri minuto non rendono infatti giustizia alla corposa progressione di questo propulsore che stupisce ed appaga in ogni frangente rispondendo con prontezza ad ogni minima apertura del gas, senza mai impensierire o mettere in difficoltà il pilota, neppure nelle situazioni più delicate. Ciliegina sulla torta l’avviamento elettrico preciso ed infallibile sia a caldo che a freddo.
Una menzione a parte la merita sicuramente lo splendido cruscottino digitale completo di contagiri con grafico a barre, tachimetro, contachilometri totale e due parziali comodamente azzerabili con la semplice pressione un bottone. Ottima la sua leggibilità anche in condizioni di piena luce, così come avviene per le piccole spie di servizio che lo contornano. Ad impreziosire ulteriormente questa riuscitissima Gas Gas, pedane ben dimensionate e posizionate, comandi a manubrio ed a pedale di alto livello, cerchi a raggi della DID, plastiche robuste e ben sagomate ed un silenziatore dal look tanto raffinato da sembrare un componente after-market. Disponibile solo in rosso con una bella grafica racing a bande nere, la Pampera 400 costa 5.770,00 euro chiavi in mano, con due anni di garanzia forniti dall’importatore. (ore 18:40)

NO COMMENTS

Leave a Reply