Verona – Tra qualche settimana, con la presentazione in anteprima mondiale al Salone di Francoforte (dal 17 al 27 Settembre), verrà lanciata sul mercato la nuova generazione dei modelli di maggiore successo di Volkswagen veicoli commerciali: Transporter, Multivan, Caravelle e California. La nuova versione, ampiamente migliorata, assicura consumi ed emissioni ridotti ed è più parsimoniosa, comoda e sicura, dotata di sistemi più
intelligenti e sicuramente superiore alle versioni precedenti.
Lo stile della carrozzeria è ora allineato con il nuovo concetto di design Volkswagen. La parte anteriore è certamente quella dalla personalità più spiccata. La gamma, identificata internamente con la sigla T5, ha fatto inoltre un grande salto in avanti a livello tecnico. Basti pensare alle motorizzazioni, per esempio. I nuovi motori turbodiesel TDI, dai consumi ridotti ed estremamente silenziosi, sono dotati di iniezione common rail. Proprio grazie a questi nuovi propulsori, i consumi diminuiscono sino a 1,9 litri/100 km così come le emissioni di CO2 risultano ridotte anche di 52 g/km. Tutti i motori, inoltre,
sono conformi alla normativa sulle emissioni Euro 5. Per la prima volta viene offerto in questa categoria di veicoli, come optional, un cambio a doppia frizione a 7 marce (Dsg). Sempre a richiesta, è disponibile il nuovo sistema di trazione integrale a comando elettronico, il 4Motion con trazione Haldex di quarta generazione, che consente di affrontare anche i percorsi più impervi. Sul fronte della sicurezza, il cui livello è stato ulteriormente incrementato, sono disponibili di serie: assistente per partenza in salita, Esp ottimizzato e luci di stop con funzione di lampeggio (avvertimento per frenata di emergenza). In più, nuovi sistemi di assistenza sono disponibili a richiesta. L’abitacolo è inoltre dotato di strumentazione, volante, sistema audio e di navigazione, nonché rivestimenti completamente nuovi, il tutto finalizzato a garantire una perfetta ergonomia.
Grazie ai nuovi motori diesel quattro cilindri con iniezione common rail, la gamma si impone nel proprio segmento stabilendo nuovi punti di riferimento quanto a emissioni e consumi. Sono disponibili 4 turbodiesel Tdi di 1.968 ccc con potenze di 84 cv, 102 cv, 140 cv e 180. Nelle versioni fino a 140 cv è impiegato un turbocompressore con turbina a geometria variabile. Nella versione più potente, da 180 cv,  è utilizzato un sistema di sovralimentazione che prevede due turbocompressori. Con questa soluzione, il Gruppo Volkswagen realizza per la prima volta una forma di downsizing in questa gamma di
motori a gasolio. Il risultato più importante è sicuramente una riduzione dei consumi senza precedenti su questi veicoli ottenuta anche grazie al cambio a doppia frizione a 7 marce Dsg: rispetto al cambio automatico a 6 marce montato sulla precedente versione da 180 cv, infatti, consente di abbattere i consumi fino a un massimo di 1,9 litri/100 km, nel caso più significativo. Tutti e quattro i motori Diesel sono caratterizzati da una risposta rapida che si fa già sentire appena sopra il minimo. Basti pensare che il motore più piccolo in dotazione, il Tdi 84 cv, sviluppa una coppia massima di 220 Nm già a 1.250 giri. Il motore 102 cv eroga 250 Nm a 1.500 giri, il Tdi 140 cv sviluppa una potente coppia di 340 Nm a 1.750 giri, mentre il 180 cv offre l’eccezionale coppia di 400 Nm a 1.500 giri. Tutti i propulsori Tdi sono dotati di filtro antiparticolato di serie.
Per le motorizzazioni benzina, è stato ripreso il propulsore da 115 cv, ora conforme alla normativa sulle emissioni Euro 5. Nel complesso è stato possibile ridurre le emissioni di CO2 e i consumi del 10% rispetto ai modelli precedenti. Per i veicoli con cambio manuale e trazione anteriore, i valori variano rispettivamente dai 7,2 litri/100 km e 190 g/km CO2 (per le versioni da 84 cv e 102 cv) ai 7,5 litri/100 km e 197 g/km CO2 (per la versione da 180 cv): una riduzione di quasi 0,9 litri.
Esteticamente, la nuova generazione è caratterizzata da un frontale completamente rivisitato rispetto ai modelli precedenti. Le linee nette e orizzontali le conferisconoun’accattivante estetica senza tempo. I listelli trasversali della calandra sono sempre neri: nero opaco nel Transporter (versioni Furgone, Kombi e Autotelaio), nel Caravelle Trendline e nel California Beach; nero lucido con “filetti” cromati, invece, nei modelli Caravelle Comfortline, Multivan e California Comfortline. Il listello cromato superiore si spinge fino all’interno dei gruppi ottici anteriori, anch’essi rivisitati nel design. I rivoluzionari fendinebbia di nuova progettazione, integrati nel paraurti svolgono per la prima volta anche la funzione di luci di svolta statiche. La parte posteriore di Caravelle, Multivan e California si differenzia dai modelli precedenti per i nuovi gruppi ottici posteriori, anch’essi progettati secondo le nuove linee guida del design Volkswagen.
I nuovi modelli si contraddistinguono, a seconda delle versioni di allestimento, per i cerchi in lega da 17 e 18 pollici e per gli specchietti retrovisori aerodinamici che, per la prima volta, ospitano tutto il sistema di antenne. Un’ulteriore novità per il segmento è costituita dall’adozione del sistema di assistenza al cambio di corsia (Side Assist). Come nella Touareg, un sistema a Led installato negli specchietti retrovisori avverte il guidatore della presenza di veicoli nell’angolo cieco. Un’altra novità è la spia di controllo della pressione degli pneumatici (Rka). Il sistema analizza costantemente la
velocità di rotazione delle ruote e, confrontando tali velocità, è in grado di riconoscere un eventuale calo di pressione negli pneumatici. Il Multivan Comfortline è dotato di cerchi in lega da 16 pollici, mentre nel Multivan Highline risaltano in particolare, oltre ai nuovi cerchi in lega da 17 pollici, i listelli cromati laterali e posteriori.
Anche gli interni sono stati rielaborati. La strumentazione, per esempio, nella nuova configurazione è caratterizzata dalla retroilluminazione di colore bianco e dalle cornici cromate. Tutti i modelli di nuova generazione dispongono di serie di un sistema di indicazione della marcia consigliata, utile per ottenere consumi più contenuti e quindi  una guida più efficiente. È stata anche aggiornata tutta la gamma dei sistemi audio e di navigazione. I modelli ora possono essere equipaggiati con il sistema top di gamma, Rns 510, con touch screen e cartografia su disco fisso. Il sound system Dynaudio, anch’esso disponibile a richiesta, assicura una riproduzione audio con una qualità pari a una sala concerti. L’interfaccia Usb media-in consente di collegare perfettamente
diversi dispositivi, come ad esempio un lettore Mp3. I comandi del climatizzatore (semiautomatico o automatico) sono nuovi, così come il volante a tre razze. In molte versioni è stato ampliato anche l’equipaggiamento di serie. Il Multivan Startline si presenta qualitativamente migliorato: rispetto al modello precedente, gli interni propongono ora rivestimenti arricchiti e completi nonché airbag laterali e per la testa, per il guidatore e il passeggero anteriore. I paraurti verniciati nello stesso colore della carrozzeria di serie sottolineano l’appartenenza alla famiglia Multivan.
Infine, ma non per questo meno importante, per il modello Transporter si può ordinare un nuovo sedile per il passeggero anteriore, doppio e con scomparto portaoggetti ribaltabile integrato. La nuova generazione di questi modelli sarà introdotta sul mercato italiano in autunno. (ore 09:00)