Milano – Le continue richieste e le sempre più numerose applicazioni “fai da te” hanno convinto RIZOMA a farsi avanti in modo ufficiale.  La factory ha prodotto un kit di parti speciali dedicato allo Yamaha TMax. Eccolo in anteprima  L’affair andava affrontato. Da una parte i possessori di questo maxiscooter in costante attesa di un segnale da parte di Rizoma (e dietro a loro i dealer). Dall’altra la volontà quasi ferrea del noto produttore after-market di non scostarsi dal segmento moto. Alla fine, hanno prevalso i tanti utenti del TMax. Anche in funzione del fatto che un tale fenomeno non poteva essere ulteriormente ignorato. Questo Yamaha si vende a ritmi sostenuti dal 2001 ed è universalmente riconosciuto come lo scooter che più si avvicina per prestazioni e sensazioni di guida ad una motocicletta. Prerogative che alla fine hanno convinto anche RIZOMA.
Una volta entrata nell’ottica, l’azienda ha fatto un lavoro egregio, seguendo gli stessi standard di lavorazione utilizzati per le supersportive da pista e allargando gli orizzonti a livello di applicazioni, in funzione di un mezzo differente da quelli finora entrati nel suo reparto R&D.  Qualche mese fa il TMax è stato preso in consegna dai tecnici di Rizoma ed ora è il momento di svelare nei dettagli la componentistica speciale, ottenuta dal pieno dalla lavorazione di leghe leggere, destinata al popolo dei t-maxisti!  L’elenco è piuttosto lungo e copre un arco di anni, in alcuni casi, che parte dalla versione ’04 del TMax ad oggi.
Privilegiati sono l’avantreno e la plancia di comando, che potranno avvalersi di nuovi specchietti retrovisori (sul TMax delle foto c’è una coppia di tomok ma tutti i modelli a catalogo possono essere montati), manopole e terminali (tutti i modelli attualmente distribuiti da Rizoma sono utilizzabili), leve racing compresa quella del freno di stazionamento e ancora tappi copriserbatoi fluido. Continuando, abbiamo coprimozzo e tappi di chiusura per le ruote, e ancora un leggerissimo portatarga di design.  Ovviamente tutti gli elementi dispongono di adattori dedicati per poter essere montati in modo corretto e sicuro alla struttura del maxiscooter, utilizzando sempre punti di attacco pre-esistenti.
La scelta non potrà che ampliarsi in quanto le new entry 2010 terranno ovviamente in considerazione il possibile utilizzo anche sul TMax. (ore 08:00)