Torino – Il design Pininfarina trova la sua massima espressione, al Salone dell’Automobile di Francoforte, attraverso le novità presentate da due prestigiosi clienti, Ferrari e Maserati. Fanno il loro debutto mondiale, infatti, la Ferrari 458 Italia, nuova generazione delle berlinette a motore posteriore, e la Maserati GranCabrio, la prima cabriolet a quattro posti nella storia della Casa del Tridente.
La nuova Ferrari 458 Italia fa compiere un salto generazionale alle 8 cilindri a motore posteriore-centrale con forte vocazione sportiva della Casa di Maranello. La nuova vettura è una sintesi di innovazione tecnologica, creatività, stile, passione. Una sintesi che rappresenta anche il nostro Paese, al quale Ferrari ha voluto rendere omaggio aggiungendo, accanto alle tradizionali cifre di cilindrata e numero cilindri, il nome Italia.
Berlinetta due posti, la Ferrari 458 Italia è completamente nuova da ogni punto di vista: gruppo moto-propulsore, design, aerodinamica, handling, strumentazione e interfaccia uomo-macchina, solo per elencare alcuni aspetti. Il design, realizzato da Pininfarina, si basa su una forma compatta e filante, espressione dei concetti di essenzialità, efficienza e leggerezza cui il progetto è ispirato. Come per tutte le Ferrari, l’estetica è strettamente dipendente dall’efficienza aerodinamica che su questo nuovo modello genera, tra l’altro, un carico verticale di 140 Kg a 200 km/h. Il frontale è monobocca con prese d’aria laterali, con le sezioni dei profili studiate per convogliare l’aria verso i radiatori del motore e il nuovo fondo piatto. La 458 Italia presenta, inoltre, alette posizionate davanti ai radiatori che generano al contempo carico verticale e, con l’aumento delle velocità, si deformano aero-elasticamente allo scopo di ridurre la sezione d’ingresso ai radiatori e di conseguenza la resistenza all’avanzamento.
<<La 458 Italia segna una nuova tappa nella storica collaborazione tra Ferrari e Pininfarina – commenta Paolo Pininfarina, presidente del Gruppo – La definizione estetica del modello, svolta con il coordinamento del team della direzione stile Ferrari, è entrata nel dettaglio di ogni piccolo particolare seguendo alcuni concetti-chiave: purezza, essenzialità, tecnica, aerodinamica totale, efficienza, leggerezza. Il risultato è una vettura dallo stile estremamente innovativo ma che al contempo mantiene le caratteristiche Ferrari, come il motore a vista tipico delle 8 cilindri più sportive>>.
<<Il progetto di una berlinetta 8 cilindri, che da sempre racchiude in sé tutti i valori della Ferrari con straordinaria sportività ed eleganza, richiedeva un approccio inedito, attento ai grandi cambiamenti in corso a livello globale – aggiunge Lowie Vermeersch, direttore design Pininfarina – La ricerca estetica è passata così attraverso una nuova coscienza etica del designer e nuovi driver progettuali, come l’abbassamento dei consumi e la riduzione delle emissioni. A livello architettonico, questa filosofia si è tradotta soprattutto nel contenimento dei pesi e nella diminuzione della sezione frontale, con conseguente beneficio in termini di penetrazione aerodinamica. Quanto allo stile, si è lavorato molto sulla percezione ottica di una massa compatta ma filante ottenuta attraverso l’”asciugatura” dei volumi e la tensione con cui sono state trattate le superfici>>.
Per gli amanti delle scoperte Maserati, Francoforte segna anche il debutto mondiale di una nuova cabriolet firmata Pininfarina, la Maserati GranCabrio. Con questa vettura si completa la gamma Maserati, ora forte di tre famiglie di modelli – berlina, coupé, cabriolet – tutti di design Pininfarina: Quattroporte, GranTurismo, GranCabrio.
La GranCabrio è una Maserati nel senso più puro del termine: dallo stile di Pininfarina alla spaziosità degli interni, dalla artigianalità di ogni particolare al piacere di guida e alle performance. La GranCabrio continua la tradizione Maserati nelle vetture scoperte aprendo un nuovo capitolo: dagli stabilimenti di Viale Ciro Menotti 322 non sono mai usciti modelli open-air a quattro posti. Spinta da un motore V8 di 4.7 litri e 440 HP, la GranCabrio è la cabriolet con il passo più lungo nel suo segmento di mercato. Per rimarcare il legame con la tradizione Maserati, il tettuccio è rigorosamente in tela.
Per la Volvo C70 è arrivato, invece, il momento di mostrarsi a Francoforte nella sua versione restyling. La coupé-cabriolet svedese si presenta con un design aggiornato sia nel frontale che nel posteriore, forte delle caratteristiche che hanno fatto il successo della precedente versione: il sistema hardtop ripiegabile in tre parti, che con la semplice pressione di un tasto interno la trasforma in spider sportiva o in elegante coupé, quattro posti veri e una tecnologia che la rende una delle convertibili più sicure al mondo. Anche la nuova C70 sarà prodotta da Pininfarina Sverige, joint venture tra Pininfarina S.p.A. (60%) e Volvo Car Corporation (40%), costituita nel 2003 a Uddevalla, in Svezia. (ore 16:00)