Tirrenia – Due in un colpo. La C3 seconda generazione e la DS3. La logica di fondo è semplice. Anche la nuova C3 ha carrozzeria solo 3 porte, la DS3 anche se non dichiaratamente, ma per il fatto che insiste nella stessa area di mercato (il segmento B), può essere considerata la variante a 5 porte. Variante chic che mette nel mirino la Mini. Entrambe hanno debuttato al Salone di Francoforte, noi le abbiamo viste in statica in anteprima in Italia, a Tirrenia.
Citroen cavalca la crisi presentando i suoi ultimi due “gioielli”, due modelli strategici per raggiungere l’obiettivo di terzo produttore di auto in Europa.
C3 nella gamma Citroen è arrivata nel Marzo 2002 per sostituire la Saxo (il debutto ufficiale anche per la prima generazione a Francoforte, nel 2001) e nel corso degli anni ha affinato la gamma aggiungendo, per esempio, la trasformista Pluriel (cabrio, spider e anche pick-up) e la X-TR con l’aria della suv avvalendosi del differenziale antipattinamento delle ruote anteriori e l’assetto rialzato. Rimane in produzione e in vendita. Dopo sette anni continua ad avere una presa commerciale come fosse arrivata da poco sul mercato. Citiamo il dato italiano: ancora nell’Agosto scorso è stata tra le dieci auto più vendute (quinto posto con 2.538 unità). Rimane perché non collide pre posizionamento e prezzi con la new entry.
Che è tutta un’altra auto, anche se i design del Doppio Chevron (che debutta col nuovo logo tridimensionale) la hanno disegnata senza rinnegare il precedente lavoro con citazioni, soprattutto nel posteriore, che danno il segno della continuità. Tutta un’altra auto perché della precedente è stato preso il meglio, tanto, ed è stato perfezionato: i nuovi stilemi stilistici conferiscono imponenza e aggressività, gli interni, che traggono ispirazione dalla versione Picasso che l’ha preceduta, sono eleganti, hanno uno stile molto elaborato, evidenziano materiali di ottima qualità, sono accoglienti e confortevoli anche per 5 persone. Fiori all’occhiello l’ampio parabrezza che in abbinamento (ma optional) all’enorme tetto panoramico fanno della nuova C3 una camera viaggiante con vista sul paesaggio che attraversa.
Grande attenzione alla sicurezza e ai motori che sono tutti economici e poco inquinanti: 3 diesel Hdi 1,4  e 1,6 litri (70,90 e 110 cv Fap), 4 benzina (1,1, 1,4i,1,6 Vti 95 e 120 cv), 1 con doppia alimentazione benzina-GPL, abbinati a cambi manuale a 5 o a 6 rapporti o un automatico a 4 rapporti.
Ds3 è una autentica proposta da sballo, di quelle che appena la vedi ti viene di pensare “la devo avere”. E proprio perché il suo obiettivo è andare a fare concorrenza alla Mini ha tutto per insidiare la piccola chic del Gruppo Bmw diventata in questi anni l’icona dello status symbol. Forma, materiali pregiati, soluzioni tecnologiche e coreografiche, abbinamenti di colori, disposizione e allestimento degli interni, capacità di seduzione ad altissimo potenziale. In una parola, charme. E come la Mini avrà possibilità di personalizzazioni pressocché infinite che garantiranno ai clienti più esigenti un’auto esclusiva con scarse possibilità anche di una sola replica. L’attesa è cominciata. Anche la corsa in concessionaria. (ore 09:00)

Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.

NO COMMENTS

Leave a Reply