Stoccarda – In occasione del Salone internazionale nordamericano dell’auto di Detroit (16-24 Gennaio 2010) MINI presenterà la concept car Beachcomber.
MINI Beachcomber Concept fa a meno di portiere, di un tetto convenzionale e di tutti gli altri elementi di carrozzeria che potrebbero limitare l’intensità dell’esperienza degli occupanti con il mondo che li circonda. Ciò rende il guidatore e fino a un massimo di tre passeggeri un’unità armonica che comunica direttamente con l’ambiente esterno – sia girando in città, sia lungo i percorsi montani, sia correndo lungo la spiaggia.
La MINI Beachcomber Concept abbina la trazione integrale alla tecnologia d’avanguardia delle sospensioni, a diversi elementi di carrozzeria che rendono la vettura molto robusta e resistente, ad una posizione di guida elevata. Una generosa corsa delle sospensioni e ruote maggiorate in lega leggera portano tutta la vettura ad un livello superiore. L’accesso ai sedili anteriori e posteriori è comunque particolarmente comodo e facile, grazie all’assenza delle porte e al fatto che le aperture arrivano fino alla base dei sedili, permettendo al guidatore e ai passeggeri di entrare ed uscire agevolmente. Beachcomber Concept conserva il suo carattere inconfondibile anche quando le condizioni meteo avverse richiedono l’utilizzo del tetto morbido o degli elementi leggeri che fungono da porte e tetto e che si montano con facilità poco tempo.
Nel creare la MINI Beachcomber Concept, i designer hanno riassunto tutte le qualità tecniche e concettuali del modello di serie annunciato per l’autunno 2010, offrendo così in un’auto la massima espressione di libertà.
Il potenziale utilizzo e la versatilità della MINI Beachcomber Concept sono definiti esclusivamente dalle attività e dalle preferenze dell’utente. Ovviamente, l’ambiente più autentico e naturale per un’auto di questo tipo è la spiaggia, dove la MINI Beachcomber Concept, grazie alla sua ottima trazione e alla sua carrozzeria radicalmente aperta, offre quella libertà di movimento senza limiti che esprime fin dal suo nome.
MINI Beachcomber segue le orme della Mini Moke, che, negli anni Sessanta, divenne la massima espressione della guida avventurosa nel tempo libero e nelle attività sportive nelle regioni soleggiate della costa. (ore 13:00)