Bologna – Sul mercato dalla metà del prossimo Gennaio. Intanto si mostrano C30, due anni dopo la prima generazione, C70, quattro anni dopo. Molto di più di un restyling o di un facelift. Nella forma e nella sostanza. I motori, che pure sono quelli dell’attuale gamma, hanno subìto migliorie per essere più economici e meno inquinanti (certamente quelli della C30) al punto che la C30 1.6D DRIVe con la funzione Start/Stop che ha un livello di emissione di CO2 di soli 90 g/km è stata insignita in Gran Bretagna del “Green Car Website” (referendum on line) superando rivali potenzialmente più accreditate come l’ibrida di Toyota, la Prius.
La C30 rinnova la sua offerta rivolgendosi con maggiore convinzione ad un target giovanile, proponendo un design se non inedito totalmente rinnovato (soprattutto nella parte anteriore, più profilata e aggressiva, i fari “angolati”, la griglia con disegno a nido d’ape e l’Iron mark di dimensioni maggiorate) che anticipa le soluzioni della S60, l’auto del nuovo corso della Casa svedese per la cui cessione Ford è in trattativa con la cinese Geely, interni più comodi e confortevoli ed alcune soluzioni distintive come lo “styling kit” (fendinebbia decorati, piastra paracolpi antgeriore e posteriore, battitacco con logo C30 e due tubi di scarico da 90 mm cromati distanziati ma solo per i motori T5 e D5), cerchi di nuovo disegno (anche bianchi), nuove tinte di carrozzeria e combinazioni di colori coordinati
I motori, come si accennava, sono quelli della gamma attuale, con aggiornamenti per abbassare consumi ed emissioni nocive. Cinque benzina: 2.5 T5 230 cv, 2.4i 170 cv, 2.0 145 cv, 2.0F Flexifuel 145 cv e 1.6 100 cv, il più virtuoso con emissioni di CO2 di 167 g/km. Quattro Diesel: 2.4 D5 180 cv, 2.0D 136 cv, 1.6D DRIVe 109 cv, 1.6D DRIVe Start/Stop 109 cv, tutti e tre con filtro antiparticolato (Fap).
L’altra novità assoluta la si trova nello “schieramento” degli allestimenti che sono quattro. Accanto ai tradizionali Kinetic, Momentum e Summum c’è l’allestimento R-Design. Espressione di sportività evidenziata non solo da un nuovo telaio con assetto ribassato, da molle più rigide del 30%, dallo sterzo meno demoltiplicato e più pronto, ma anche da specifici dettagli di carrozzeria (griglia e specchietti laterali satinati, spoiler anteriore e posteriore, cornice minigonne laterali coordinate, cerchi in lega da 17 pollici e tubi di scarico cromati da 90 mm) e da interni distintivi (rivestimenti in due combinazioni di colore, loro R-Design goffrato sui sedili anteriori, console centrale e inserti R-Design, pomello cvambio in pelle e alluminio, pedali in alluminio, volante sportivo in pelle con logo distintivo, contachilometri e contagiri blu, tappettini in tessuto con cuciture a contrasto). I prezzi sono compresi nella forbice 18.950 euro (1.6 benzina Kinetic) e i 34.650 (T5 benzina geartronic R-Design) “giustificati” già dallo allestimento di serie su tutta la gamma che prevede tra l’altro: cinture di sicurtezza a riavvolgimento automatico con pretensionatore; airbag lato guida, passeggero, laterali anteriori e Sips bag; chiave attivazione/disattivazione airbag passeggero; inflatable urtain e airbag ai finestrini laterali; sistema per la protezione contro il colpo di frusta; Abs con sistema Ebd ed Eba; controllo della stabilità e trazione; sistema intelligente per informazioni al pilota; immobolizzatore elettronico er chiusura centralizzata con telecomando; climatizzatore automatico a controllo elettronico con filtro antipolline; computer di bordo; telo copribagaglio; specchietti esterni elettrici e riscaldabili; sistema audio con lettore cd, 4 altoparlanti e ingresso Aux.
Anche la coupè/cabriolet C70, la 4 posti nata dalla collaborazione con Pininfarina,  da parte sua, propone un nuovo design esterno e interni rivisti soprattutto per quanto riguarda il cruscotto. Tre motori benzina (2.5 litri 230 cv, 2.4i 170 cv e 2.4 140 cv), due Diesel (2.4 D5 180 cv e 2.0D 136 cv entrambi con Fap), tre livelli di allestimento (Kinetic, Momentum e Summum), due novità nella dotazione di serie rappresentate dall’Ic (inflatable curtain, airbag ai finestrini laterali montato nelle portiere) e dal Rops (sistema di protezione antiribaltamento) in aggiuntaa ttue le altre dotazioni di serie per tutta la gamma che in pratica sono le stesse della C30. I prezzi sono compresi tra i 35.600 euro del 2.4 benzina Kinetic e i 48.750 del T5 benzina Geartronic Summum. (ore 09:00)

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.