Pontedera – Due nuovi modelli per Vespa che nel 2010 lancia la versione GTS SuperSport, ulteriore evoluzione dell’indole sportiva di Vespa, e il modello GTV “Via Montenapolene”, una serie speciale che celebra il successo di Vespa come icona di stile e testimonial del Made in Italy nel mondo.
Entrambe le versioni usufruiscono del nuovo propulsore 300cc, 4 tempi, 4 valvole a iniezione elettronica, che garantisce prestazioni al top grazie alle doti di potenza e coppia di questo moderno propulsore, e con consumi ed emissioni ampiamente sotto i limiti degli standard Euro3.
Vespa GTS SuperSport e Vespa GTV Via Montenapoleone sono disponibili dai concessionari Piaggio rispettivamente al prezzo di 4.980 e 5.900 euro (Prezzi Iva inclusa, franco concessionario).
Vespa GTV “Via Montenapoleone” recupera i più significativi elementi stilistici e funzionali rendendo unico e senza tempo il nuovo modello di Vespa ispirato dalla “via della moda” milanese.
La posizione del gruppo ottico sul parafango anteriore è un esplicito richiamo alle origini di Vespa, così come il manubrio, che sulla prima Vespa si caratterizzava per la semplicità del tubo metallico a vista. La sella è elegante e comoda, biposto e in eco-pelle e, come sulle Vespa delle origini è addirittura scomposta in due parti separate e ben distinte; l’elegante “cadenino” che impreziosisce la cucitura della sella ne esalta la esclusività.
I cerchi a cinque razze sono ora cromati e arricchiscono ancora di più la nuovissima Vespa “Via Montenapoleone”, mentre la griglia con feritoie orizzontali che spicca sul laterale destro della scocca in acciaio le dona un tocco decisamente retrò, richiamando il sistema di raffreddamento delle prime Vespa.
La targhetta “Via Montenapoleone”, ispirata alla targa della famosa via milanese, identifica la Vespa più elegante e, campeggiando sul controscudo, ricorda, già da un primo sguardo, l’unicità di questo incantevole modello speciale.
Vespa GTS SuperSport fonde in sé non solo sportività e prestazioni, ma anche distintività e carattere: grazie al suo design e ai suoi contenuti tecnici, reinterpreta un “classico sportivo”, nella grande collezione Vespa.
La scocca, anima metallica di Vespa, si caratterizza per un graffio di personalità: sul lato destro spicca una griglia con feritoie orizzontali, è un richiamo evidente alle più belle Vespa del passato e dona un deciso tocco sportivo alla vista laterale del veicolo.
Nella nuovissima Vespa GTS SuperSport, la scocca in acciaio è tinta in una originale e grintosa colorazione grigio titanio che ne esalta il design e la solidità.
Il reparto sospensioni è impreziosito dalla verniciatura in rosso corsa della molla sull’anteriore, un dettaglio “racing” che distingue la sportività della GTS 300 SuperSport.
Una aggressiva mascherina anteriore sottolinea l’indole sportiva, rinunciando alla luce di posizione per sfoggiare una griglia, arricchita da elementi cromati. I cerchi in lega bicolore sono un richiamo a quelli scomponibili di un tempo.
La strumentazione, completamente analogica come nella migliore tradizione corsaiola, è moderna e funzionale con numeri bianchi su fondo nero: ne risulta una lettura facilitata e una forte caratterizzazione.
Vespa GTS SuperSport si distingue anche per una nuova elegantissima sella nera con termosaldature: ne risulta una seduta più comoda, più aggressiva e decisamente di declinazione sportiva. Sono oltre 122.000 le unità di Vespa vendute nel mondo nel 2009, per una crescita dell’8% rispetto alle circa 113.000 del 2008. Dal 2006 le vendite di Vespa sono stabilmente sopra le 100mila unità annue, a testimonianza della crescita eccezionale di questo marchio del Gruppo Piaggio: erano infatti circa 58.000 nel 2004, e circa 88.000 nel 2005. (ore 14:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply