Roma – A partire da agosto, l’Opel Insignia ridurrà il suo impatto ambientale e sarà ancora più economica grazie ai suoi consumi ridotti. Attraverso la riduzione delle emissioni di CO2 e del consumo di carburante sulla maggior parte delle motorizzazioni, l’Opel Insignia porta nel segmento delle medie, un’efficienza ancora più elevata e un risparmio dei costi senza alcuna rinuncia nelle performance e nel divertimento di guida. Lo sviluppo delle motorizzazioni include, altresì, una fluidità maggiore per i Diesel.
Queste innovazioni tecnologiche si manifestano in una riduzione di consumi ed emissioni di CO2 pari al 19%. Opel Insignia ecoFLEX 160 cv si attesta ad un livello di emissioni pari a 129 g/100 km e ad un consumo combinato di 4,9 l/100 km. La versione ecoFLEX Sports Tourer può vantare delle “eco-credenziali” notevoli, rappresentate da emissioni di CO2 pari a 134 g/km e da un consumo di 5,1 l/100 km. La versione ecoFLEX riesce a raggiungere performance importanti che si traducono in una potenza di 160 cv e 380 Nm di coppia massima.
Gli interventi più significativi riguardano i motori Diesel. E’ stata migliorata la silenziosità e ridotte le vibrazioni di modo da garantire un abitacolo ancora più confortevole dal punto di vista dell’acustica interna. Le ottimizzazioni hanno interessato sia il rumore meccanico, sia quello generato dalla combustione. Questi miglioramenti hanno riguardato le versioni da 130 e 160 cavalli.
Inoltre, il 2.0CDTI 130 cv ora monta un turbo compressore a geometria fissa di minori dimensioni che aumenta la risposta del motore e l’efficienza dei consumi: in questo modo è stato possibile andare incontro alle esigenze delle versioni con minore potenza. Sono stati, inoltre, completamente ri-progettati gli iniettori e la testata dei cilindri di modo da ridurre la pressione dello scarico e migliorare il raffreddamento e la combustione.
Per quanto riguarda i motori a benzina, il 2.0 Turbo 220 cv è ora dotato di speciali sistemi di controllo appositamente sviluppati dagli ingegneri Opel, in aggiunta ad una centralina riprogrammata, che ha permesso una riduzione dell’11% dei consumi e delle emissioni di CO2.
Standard su tutte le Insignia a partire da agosto, sarà disponibile un indicatore di cambio marcia; in questo modo sarà più facile guidare in maniera economica ed ecologica. (ore 13:45)