Russelsheim – Opel ha presentato la Nuova Astra Sports Tourer, una station wagon caratterizzata da un’elevata praticità, racchiusa in una forma dinamica ed elegante. Questa wagon compatta è costruita partendo dal sorprendente successo di vendite che sta ottenendo la cinque porte, per la quale sono stati registrati già più di 160.000 ordini in Europa in soli sei mesi e 16.000 solo in Italia.
Evidenti sono i richiami verso la sorella maggiore, Opel Insignia. Tra questi troviamo il design e la denominazione Sports Tourer, che le conferiscono una connotazione pratica e dinamica. Il design piacevole è perfettamente integrato con un’ampia e flessibile capacità di carico. Il volume di carico posteriore può arrivare fino a 1.550 litri, grazie all’efficace progettazione del bagagliaio e all’introduzione di tecnologie innovative che ne hanno permesso un aumento della funzionalità complessiva. Inoltre la regolarità dello spazio nel bagagliaio offre il massimo sfruttamento di tale volume di carico.
L’Astra Sports Tourer si presenta con finiture di prima qualità e racchiude tutte le più recenti innovazioni Opel, pensate per rendere la vita a bordo ancora più confortevole, aumentando anche la sicurezza di guida. Tra queste troviamo: il telaio meccatronico FlexRide, i fari anteriori autoadattattivi AFL+, i sedili anteriori ergonomici e l’Opel Eye, il sistema in grado di riconoscere i cartelli stradali e di visualizzarli sul computer di bordo e di avvisare il conducente se si supera inavvertitamente la linea continua della propria corsia. Inoltre, gli ingegneri Opel stanno sviluppando un nuovo porta biciclette integrato FlexFix, che verrà introdotto sulla Sports Tourer il prossimo anno.
Tradizionalmente, sul totale delle vendite Astra le station wagon pesano circa il 25% in Europa e ben il 50% in Italia, dato di gran lunga superiore alla media del segmento, del quale le station wagon rappresentano solo il 17%. La Nuova Astra Sports Tourer conta su più di mezzo secolo di esperienza Opel nel campo dello sviluppo e del design delle station wagon. Opel è stata la prima casa costruttrice in Europa ad introdurre questo tipo di carrozzeria, precisamente con la Rekord Caravan nel 1953. L’evoluzione di tali modelli è continuata negli anni a seguire, fino a culminare con la presentazione dell’Ascona Voyage nel 1971, dimostrazione di come nel tempo, alla pura funzionalità delle forme, Opel abbia ricercato ed affiancato design e dinamismo.
L’Astra Sports Tourer verrà presentata in anteprima mondiale al Salone di Parigi (2 – 24 Ottobre), e sarà in vendita da novembre in Europa ed in Italia
L’efficienza del bagagliaio è l’aspetto chiave di una station wagon. Pertanto, gli ingegneri Opel si sono dedicati attivamente allo sviluppo di tale elemento per potenziarne la funzionalità, utilizzando soluzioni già adottate sulle station wagon di categoria superiore e riuscendo ad applicarle con efficacia e precisione. La Nuova Astra Sports Tourer è stata progettata in modo tale che fossero eliminati dal bagagliaio spigoli e angoli che potessero compromettere la capacità di carico. In questo modo è stato possibile ottimizzare il volume complessivo di carico, che può passare con estrema semplicità da 500 a 1.550 litri. E’ stato sviluppato un nuovo sistema FlexFold, che permette ad ognuna delle due sezioni dei sedili posteriori abbattibili 60/40 di poter essere abbassate separatamente, semplicemente premendo un pulsante situato ai lati del compartimento di carico.Una molla viene rilasciata con comando elettrico ed aziona un rapido ripiegamento remoto degli schienali dei sedili In questo modo è possibile abbattere i sedili posteriori direttamente dal bagagliaio, senza dovere girare intorno alla vettura né aprire le portiere. L’Astra Sports Tourer è il primo wagon compatto ad essere equipaggiato con questo avanzato sistema.
Abbattendo il divano posteriore si ottiene un piano di carico piatto. Alzando le sedute dei sedili posteriori il piano di carico diventa perfettamente orizzontale. E’ possibile, inoltre, rimuovere completamente i sedili posteriori, guadagnando ulteriore spazio per caricare oggetti più lunghi o semplicemente per consentire un maggiore scorrimento dei sedili anteriori. Con i sedili totalmente abbattuti, la lunghezza del piano di carico raggiunge i 1.835 mm, 28 in più dell’Astra station wagon attuale.
Grande cura è stata posta anche nella progettazione dei dettagli. Con un semplice tocco di mano, la tendina copribagagliaio (Easy Access Cover), può scorrere verso l’alto su delle guide diagonali. Ciò consente un facile accesso al vano di carico senza richiedere il riavvolgimento della tendina che, quando non in uso, è possibile riporre nel doppio fondo situato al di sotto del vano di carico.
Sia le famiglie, sia i professionisti che utilizzano l’Astra Sports Tourer possono beneficiare della stessa forma armoniosa dell’abitacolo già presente sulla cinque porte. Le forme avvolgenti del cruscotto trasmettono un grande senso di spazio e sicurezza. L’abitacolo è tanto pratico quanto confortevole. Chi usa la Sports Tourer ha la necessità di stivare ovunque innumerevoli oggetti, non solo nel bagagliaio. Per soddisfare questa esigenza, sono stati aggiunti 25 litri di spazi per riporre oggetti, un aumento del 50% rispetto alla precedente generazione. Per le lunghe distanze, i clienti possono scegliere di equipaggiare la loro vettura con i sedili anteriori ergonomici, unici nel segmento, certificati dagli esperti di salute della schiena dell’Aktion Gesunder Rücken (AGR).
Il design esterno della nuova Astra Sports Tourer introduce un tocco di dinamismo e di indubbia classe all’estetica dei wagon compatti. Il profilo affusolato e le fiancate scolpite a forma di lama si fondono nel corpo vettura, conferendo alla Sports Tourer un potente  senso di movimento. La linea muscolosa delle spalle si inserisce in maniera armoniosa nel gruppo ottico posteriore di grande impatto visivo.
L’agilità dell’Astra Sports Tourer deriva anche dal suo telaio meccatronico. Gli ingegneri Opel che si occupano di dinamismo, hanno sviluppato questo telaio per offrire lo stesso livello di comfort e agilità di quello presente sulla cinque porte. La Sports Tourer riprende dalla sorella a cinque porte sia il passo di 2.685 mm che la larghezza delle carreggiate anteriore e posteriore, rispettivamente di 1.544 mm e 1.558 mm. L’assale posteriore beneficia anche dell’innovativa combinazione tra l’assale torcente e il parallelogramma di Watt. Le regolazioni sono adattate per un maggiore capacità di carico, mentre il Watt link limita il rollio in curva, così da garantire all’Astra Sports Tourer agilità e dinamismo, senza compromettere la stabilità e il comfort.
Il comportamento del telaio può essere ulteriormente migliorato attraverso il sofisticato sistema di controllo dinamico dell’assetto FlexRide, unico nel segmento per completezza di regolazioni, che aumenta la tenuta di strada, la maneggevolezza e la sicurezza.
Attraverso una serie di informazioni sul comportamento dinamico, una centralina elettronica (DMC) controlla continuamente 11 diverse situazioni, come frenata, accelerazione e comportamento in curva, in modo da ottimizzare le reazioni delle sospensioni. Inoltre il modulo DMC “legge” la modalità di guida impostata dal guidatore attraverso il sistema FlexRide premendo i pulsanti Sport e Tour. Impostando la modalità Sport, si ottimizza il comportamento dinamico, irrigidendo le sospensioni e rendendo più immediata la risposta dello sterzo e dell’acceleratore, nonché ritardando (sulle vetture con cambio automatico) l’inserimento della marcia superiore. La modalità Tour, ottimale per gli spostamenti sulle lunghe distanze, migliora in modo evidente il comfort. Quando non si imposta nessuna di queste due modalità, la modalità Standard assicura un ottimo equilibrio tra prestazioni e comfort di marcia.
Per un eventuale utilizzo della Sports Tourer per trainare rimorchi, sulla vettura è disponibile il sistema elettronico di controllo della stabilità del rimorchio.
L’Astra Sports Tourer può disporre di otto potenti motorizzazioni diesel e benzina, che vanno dai 95 cv fino a 132 180 cv di potenza. (ore 12:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply