Milano – La gamma MV Agusta si amplia con l’arrivo della nuova Brutale dotata di motorizzazione 920. La naked ha saputo stupire il mondo per il design unico e ancora oggi ineguagliato, ed è rimasta al vertice negli anni per prestazioni motoristiche e gusto di guida. Oggi svela un nuovo lato di sé. Con l’introduzione della nuova Brutale, infatti, la naked più bella e sportiva di sempre si avvicina al pubblico meno esperto senza perdere nulla del suo innato carisma. Nuovo motore, assetto inedito, sella monopezzo, grande attenzione al comfort, Brutale è un nuovo modo di intendere la naked ad alte prestazioni. Una moto dove l’aggressività si sposa con la dolcezza e le prestazioni ciclistiche vanno a braccetto con facilità e feeling di guida. Una Brutale incredibilmente appagante da guidare, quindi, ma che non è mai stata così facile e comoda.
Tutto questo a un prezzo che fa senza dubbio della Brutale la moto di riferimento del suo segmento. Un motore 4 cilindri a valvole radiali evolutissimo, dotato della stessa, sofisticata gestione elettronica della 1090RR, una ciclistica sopraffina capace di soddisfare piloti di qualsiasi capacità, prima di tutto su strada ma, volendo, anche in pista, un livello di dotazione tecnica inarrivabile.
Oggi, queste doti sono sottolineate da un nuovo look, dove il nero domina e tratteggia linee ancora più accattivanti. Al tempo stesso, la Brutale si è avvicinata ulteriormente alle esigenze dell’utilizzo quotidiano, con una sella rivista e in un solo pezzo, più comoda per pilota e passeggero.
Il progetto Brutale è incentrato su alcuni punti chiave. MV ha voluto realizzare una moto compatta e leggera, che grazie alle prestazioni ed efficacia appaghi il motociclista più smaliziato, ma sia al contempo perfettamente gestibile dall’utente alle prime armi, grazie a una facilità di guida incredibile.
Le caratteristiche principali della nuova Brutale sono:
• motore quattro cilindri in linea a valvole radiali
• centralina Marelli 5SM
• controllo di trazione regolabile su 8 livelli di intervento
• telaio scomponibile a traliccio con piastra in alluminio ad elevata rigidità torsionale
• monobraccio in alluminio con ammortizzatore Sachs pluriregolabile
• forcella Marzocchi a steli rovesciati da 50 mm pluriregolabile
• freni racing con pinze radiali Brembo
• nuova sella monopezzo più bassa e stretta. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply