Clermont-Ferrand – Michelin lancia sul mercato il Pilot Super Sport, pneumatico progettato per le vetture più sportive di serie che eredita il know-how acquisito nelle grandi corse internazionali di endurance, in particolare la 24 Ore di Le Mans.
Pilot Super Sport nasce con l’obiettivo di contribuire ad esaltare il piacere di guida, offrire la massima sicurezza, anche nelle condizioni più estreme e fornire una grande durata chilometrica. Questa associazione di emozione e sicurezza ai massimi livelli è stato il target perseguito nelle fasi di sviluppo effettuate con i costruttori Porsche, Bmw M (divisione sportiva) e Ferrari.
Sono tre le tecnologie inedite che si celano all’interno di Pilot Super Sport.
La prima è la cintura Twaron, fibra ad alta densità utilizzata negli equipaggiamenti sportivi per alte prestazioni (tennis, vela, mountain bike), nell’aeronautica e nelle protezioni militari. Il Twaron, usato nella struttura di Pilot Super Sport, conferisce un’elevatissima stabilità alle alte velocità. Grazie alla sua tensione variabile, la cintura contiene il battistrada più delle spalle. La forza centrifuga è dunque meglio gestita e le forze sono ripartite in modo più omogeneo. Una delle principali caratteristiche del Twaron è l’elevata resistenza alla trazione; é un componente forte e allo stesso tempo leggero. A parità di peso, il Twaron è cinque volte più resistente dell’acciaio.
La seconda tecnologia è il battistrada bi-mescola, tecnologia sviluppata originariamente per gli pneumatici da competizione, che comporta l’inserimento di due diversi tipi di gomma nella parte destra e sinistra del battistrada. Sul lato esterno, un elastomero inedito rinforzato con nerofumo (sviluppato appositamente per la 24 Ore di Le Mans) assicura un’estrema durata. Sul lato interno, un elastomero ad elevata aderenza di ultima generazione che permette allo pneumatico su suolo bagnato, di rompere il velo d’acqua e di assorbire le minime asperità.
Terza tecnologia, il Variable Contact Patch 2.0. Grazie ai più recenti software di simulazione digitale utilizzati in aeronautica e nel settore automobilistico, le forze e, di conseguenza, le temperature sono state distribuite in modo omogeneo. Infatti, in curva, la forma dell’impronta al suolo cambia, ma la superficie a contatto con l’asfalto rimane costante.
Michelin Pilot Super Sport si inserisce nella strategia di innovazione della Casa francese che destina alla ricerca e sviluppo dello pneumatico circa 500 milioni di euro ogni anno con l’obiettivo di perseguire la sua missione e cioè di contribuire ad una migliore mobilità.
Destinato ai clienti che ricercano il massimo piacere di guida in assoluta sicurezza, Michelin Pilot Super Sport è progettato per le vetture super sport ad alte prestazioni, di serie e preparate. Un test realizzato nel 2010 dal centro indipendente Tuv Sud Automotive nelle dimensioni 245/40 ZR18 Y e 235/35 ZR19 Y lo colloca al primo posto davanti ai suoi cinque principali concorrenti disponibili sul mercato al momento dei test, sia in termini di velocità sia di tenuta di strada su suolo asciutto.
Alcuni test interni effettuati dal Centro di tecnologia Michelin hanno individuato per Pilot Super Sport un miglioramento delle prestazioni, rispetto al Pilot Sport PS2, in sei settori chiave.
Tenuta di strada su suolo asciutto: i test hanno dimostrato un miglioramento del tempo sul giro pari a 1’’5 (circuito chiuso di 2.700 metri).
Frenata sull’asciutto: decelerando da 100 km/h fino al completo arresto, lo spazio di frenata è stato ridotto di 1,5 metri.
Tenuta di strada su suolo bagnato: miglioramento del tempo sul giro di 2’’5 su un circuito chiuso di 4.100 metri.
Frenata sul bagnato: spazio di frenata ridotto di 3 metri in caso di decelerazione da 80 a 10km/h.
Durata chilometrica su circuito: 50% di giri in più.
Durata chilometrica su strada: 10% di chilometri in più.
Queste caratteristiche garantiscono con Pilot Super Sport un livello di sicurezza massima nelle condizioni di utilizzo più impegnative.
Michelin collabora da diversi decenni con i marchi delle più prestigiose Case automobilistiche del mondo per progettare vetture eccezionali dalle prestazioni ineguagliabili. Dopo lo pneumatico Pilot SX MXX3, presente in primo equipaggiamento su McLaren F1, Bugatti EB 110, Dodge Viper, Porsche 911 e Ferrari F550 nel 1990; dopo il Pilot Sport, dotazione emblematica di Pagani Zonda, Ferrari 360 Modena e Maserati Quattroporte nel 1997; dopo il Pilot Sport PS2, primo pneumatico della storia ad associare due diversi tipi di mescole nel battistrada e commercializzato nel 2003, arriva sul mercato il Pilot Super Sport, pneumatico che racchiude il know how acquisito dall’azienda francese nelle corse endurance e sviluppato con gli ingegneri di Porsche, Bmw M e Ferrari. La Casa di Maranello ha coronato il progetto di collaborazione attribuendo a Michelin il “Premio Ferrari Technology Award 2010” per il contributo in termini di sviluppo e di  performance prodotto assolutamente outstanding per le vetture GT. Pilot Super Sport è già stato omologatoda Ferrari (sui suoi modelli 458 Italia e 599 GTO) e da Alpina (sul suo modello B5).
Per raggiungere i massimi livelli di sicurezza, Michelin ha applicato gli stessi margini di sicurezza adottati nell’aeronautica civile. Infatti, lo pneumatico Pilot Super Sport ha percorso 50 000 km in condizioni estreme, sostenendo picchi di carico due volte superiori a quelli che dovrà sostenere su un veicolo.
Per ogni partenariato tecnico attuato con un costruttore automobilistico, lo pneumatico Super Sport ha dovuto percorrere più di 10.000 km in pista ai limiti dell’aderenza. In totale, sono stati percorsi più di 100.000 km sui circuiti più impegnativi del mondo. Le fasi di sviluppo comune con i costruttori automobilistici corrispondono, per Pilot Sport, a 1.000 ore di test effettuati a più di 300 km/h. Questo tempo di percorrenza cumulato ha permesso di convalidare la durata dello pneumatico alle alte velocità. I test di guida più impegnativi sono stati condotti in Francia, Germania, Italia, Stati Uniti, Giappone, Tailandia su circuiti come Fiorano, Motegi, Estoril, Magny-Cours, Nardò, Charade, Nurbürgring. (ore 11:50)

NO COMMENTS

Leave a Reply