San Diego – Design affascinante, prestazioni ai massimi livelli ed efficienza all’avanguardia: queste sono le caratteristiche della nuova Mercedes-Benz CLS 63 AMG. La versione di punta della coupé a quattro porte è equipaggiata con il motore V8 biturbo AMG V8 di nuova concezione con potenza massima fino a 557 cv e coppia di 800 Nm, oltre al cambio sportivo a 7 marce SpeedShift Mct. Il consumo di carburante pari a 9,9 litri per 100 km secondo il nuovo ciclo di marcia europeo assicura un risparmio di carburante del 32% rispetto al modello precedente. A garantire la massima eccellenza nella dinamica di marcia provvede la combinazione fra l’assetto sportivo Ride Control  con sospensioni a regolazione elettronica ed il nuovo avantreno, lo sterzo parametrico sportivo elettromeccanico di nuova concezione e l’impianto frenante ad alte prestazioni composito in ceramica, a richiesta. Esteticamente, CLS 63 AMG convince per il suo look atletico e il design originale di esterni ed in-terni.  La dotazione di serie comprende anche gli innovativi proiettori a Led High Performance.
<<La nuova CLS 63 AMG rinnova la storia di successo delle precedenti CLS 55 AMG e CLS 63 AMG, veri e propri best seller internazionali dal 2004 – ha dichiarato Ola Källenius, amministratore delegato di Mercedes-AMG GmbH – La CLS 63 AMG è una vettura ad elevate prestazioni unica, che stabilisce nuovi parametri di riferimento in termini di design, prestazioni ed efficienza>>.
Al pari dei modelli S 63 AMG e CL 63 AMG, la nuova CLS 63 AMG è equipaggiata con il nuovo motore ad otto cilindri. Il nuovo V8 Biturbo da 5,5 litri  dispone di una combinazione di innovativi componenti altamente tecnologici. Oltre all’iniezione diretta della benzina a getto guidato con piezoiniettori, è dotato di basamento completamente in alluminio, tecnica a quattro valvole con alberi a camme a geometria variabile, intercooler aria-acqua e gestione dell’alternatore e funzione start/stop per il motore. L’impianto di scarico AMG, con due doppi terminali di scarico cromati ed ottimizzato nel peso, regala un sound inconfondibile. L’otto cilindri da 5.461 cm3 di cilindrata eroga una potenza massima di 386 kW (525 cv) ed una coppia di 700 Nm. Nella versione Performance, questi valori salgono rispettivamente a 410 kW (557 cv) ed 800 Nm. Entrambe le versioni della CLS 63 AMG garantiscono elevate prestazioni: accelerazione da zero a 100 km/h rispettivamente in 4,4 e 4,3 secondi, velocità massima di 250 km/h (limitata elettronicamente) e 300 km/h  (versione Performance). La differenza sostanziale tra le prestazioni delle due versioni di CLS 63 AMG è data dalla diversa pressione di sovralimentazione, che passa da 1,0 bar a 1,3 bar della versione con Performance Package. Esteticamente, quest’ultima si caratterizza per la copertura del motore in vero carbonio.
Nonostante un considerevole incremento delle prestazioni rispetto al modello precedente, dotato di un V8  aspirato da 6,3 litri con potenza di 378 kW (514 cv) e 630 Nm di coppia, la nuova CLS 63 AMG risulta più parsimoniosa di 4,6 litri, ovvero il 32% in meno: un vero e proprio “salto quantico”. Il consumo di carburante, pari a 9,9 litri per 100 km secondo il nuovo ciclo di marcia europeo, corrisponde ad un livello di emissioni di CO2 nell’ordine di 232 g/km. Grazie a queste elevate prestazioni, la nuova Coupé V8 firmato AMG supera i diretti concorrenti nel segmento, risultando anche più parsimoniosa rispetto ad altre vetture decisamente meno potenti. Entrambe le versioni di CLS 63 AMG presentano valori identici in termini di consumi ed emissioni di CO2.
Contributo fondamentale al raggiungimento dei consumi eccezionalmente contenuti va al cambio sportivo a 7 marce, adottato in esclusiva da Mercedes-AMG. Rispetto ai tradizionali gruppi di trasmissione automatici con convertitore di coppia, il cambio Mct è dotato di una compatta frizione in bagno d’olio. La funzione start/stop è di serie. Questo sistema, attivo nel programma di marcia del cambio Controlled Efficiency (“C“),  spegne il motore a vettura ferma. Il programma “C” si traduce in una curva caratteristica del cambio più morbida, con cambi marcia anticipati; la partenza, in questo caso, avviene generalmente in seconda. L’accensione del simbolo verde “Eco” sulla strumentazione AMG segnala al guidatore che la funzione start/stop è attiva. Nei programmi di marcia “S” (Sport), S+ (Sport plus) e “M” (Manuale), motore e cambio reagiscono in modo notevolmente più dinamico e la funzione start/stop viene disattivata. Nelle modalità “S”, “S+” e “M” la centralina di gestione del motore provvede ad una parziale esclusione dei cilindri. Attraverso una breve, ma ben definita interruzione dell’accensione e dell’iniezione a pieno carico si ottengono processi di innesto ancora più veloci. Un piacevole “effetto collaterale” di questo processo istantaneo è il grintoso sound del motore. Anche le funzioni di “doppietta” automatica e Race Start sono di serie.
Assetto, sterzo e impianto frenante sono la perfetta integrazione della catena cinematica ad alta tecnologia della nuova CLS 63 AMG. L’assetto sportivo con molle in acciaio sull’avantreno e sospensioni pneumatiche al retrotreno, nonché regolazione di livello automatica, è stato ulteriormente perfezionato attraverso un sistema di smorzamento a gestione elettronica che varia automaticamente la taratura degli ammortizzatori in base alla situazione di marcia, riducendo l’angolo di rollio della vettura. Per il guidatore, questo si traduce in un adeguamento istantaneo tra comfort di marcia ottimale e massima agilità. Inoltre, con la semplice pressione di un pulsante è possibile scegliere tra le modalità di assetto “Comfort”, “Sport” e “Sport plus”.
L’esclusivo asse anteriore, con carreggiata più ampia di 24 millimetri, si combina in modo ottimale allo sterzo parametrico sportivo elettromeccanico di nuova generazione. Quest’ultimo è dotato di una trasmissione più diretta e di servoassistenza variabile, che consente, inoltre, una riduzione dei consumi fino a 0,3 litri (7 g CO2) nel ciclo Ece, in quanto il servosterzo consuma energia solo quando lo sterzo viene effettivamente utilizzato.
L’impianto frenante ad alte prestazioni con dischi da 360 millimetri forati ed autoventilanti su tutte e quattro le ruote provvede a garantire sempre ottimali valori di decelerazione. I dischi anteriori sono realizzati in materiali compositi particolarmente resistenti alle sollecitazioni, già collaudati nelle competizioni sportive. Prestazioni frenanti ulteriormente migliorate e riduzione delle masse non sospese sono prerogative dei nuovi freni ceramici in materiale composito ad alte prestazioni con dischi freno maggiorati (a richiesta). Il contatto con la strada è garantito dagli accattivanti cerchi in lega verniciati in grigio titanio e torniti a specchio nel nuovo design a triple razze con pneumatici 255/35 R 19 (anteriore) e 285/30 R 19 (posteriore). I nuovi cerchi in lega sono realizzati con il processo “Flow Forming” dal peso ottimizzato.
La nuova CLS 63 AMG testimonia un’elevata abilità ingegneristica anche nella progettazione della carrozzeria: una struttura leggera intelligente contribuisce in misura determinante a superare il classico conflitto di interessi tra peso ridotto e robustezza elevata. Al pari della sportiva purosangue SLS AMG, anche CLS 63 AMG è dotata di porte totalmente in alluminio, realizzate in lamiere sagomate con profilati estrusi, che risultano complessivamente più leggere di circa 24 chilogrammi rispetto alle tradizionali portiere in acciaio. In alluminio sono realizzati inoltre il cofano motore, i parafanghi anteriori, il cofano del portabagagli, la cappelliera, diversi profilati delle traverse e componenti essenziali sia dell’autotelaio che del motore.
CLS 63 AMG è il primo modello al mondo dotato di serie di fari Led High Performance che abbinano l’affascinante luminosità naturale della tecnologia a diodi luminosi con le prestazioni, la funzionalità e l’efficienza energetica dell’attuale generazione di fari bixeno. Il nuovo sistema di illuminazione di serie offre per la prima volta l’Intelligent Light System, già collaudato su diversi modelli Mercedes in abbinamento ai fari bixeno, con la tecnologia a Led. I 71 Led degli innovativi proiettori impreziosiscono ulteriormente l’immagine inconfondibile di CLS 63 AMG. Inoltre, per la prima volta gli specialisti dell’illuminazione Mercedes-Benz sono riusciti a combinare la tecnologia a Led con il sistema di assistenza abbaglianti adattivi, ottenendo livelli di sicurezza ancora più elevati nella guida notturna.
Diversamente da quanto avveniva sulle prime vetture dotate di luci diurne a Led, ora la funzionalità e le prestazioni della tecnica di illuminazione non sono più soggette ad alcuna penalizzazione. Tra le principali qualità della nuova tecnologia basata sui diodi luminosi figura la durata utile. Un Led presenta, infatti, una vita media di 10.000 ore, pari a circa cinque volte quella di una lampadina allo xeno. Inoltre, la colorazione delle luci diurne a Led è molto simile alla luce solare, risultando quindi più naturale per l’occhio umano. Le ricerche condotte mostrano che più la luce artificiale si avvicina per colorazione a quella della luce solare, più si riduce l’affaticamento degli occhi. Con una temperatura cromatica di 5.500 Kelvin, la luce  Led è più simile alla luce solare (6.500 K) della luce allo xeno (4.200 K). Anche le luci diurne a Led specifiche AMG presentano le due caratteristiche fasce luminose integrate nella grembialatura anteriore AMG.
Il frontale della nuova CLS 63 AMG ricorda la sportiva purosangue SLS AMG, specialmente nella calandra dominata dalla grande Stella a tre punte e dalla lamella trasversale. Il modello di punta della gamma CLS si caratterizza per un cofano motore originale, parafanghi maggiorati con logo “V8 Biturbo” ed uno spoiler frontale specifico AMG con inserto trasversale verniciato di nero. Sulla coda spiccano il diffusore, lo spoiler  AMG sul bagagliaio, lo scarico sportivo AMG con due doppi terminali cromati ed il retronebbia integrato, già presente su SLS AMG. Il kit aerodinamico AMG si armonizza perfettamente con il profilo slanciato di CLS, caratterizzata da proporzioni decise ed eleganti, dalla “dropping line” laterale e dalla possente linea di cintura da vera sportiva.
La medesima filosofia di design viene ripresa con coerenza anche negli interni. Tutte le caratteristiche specifiche del design e degli equipaggiamenti AMG si integrano perfettamente con il nuovo abitacolo della CLS. Le ampie ed eleganti modanature, per la versione top di gamma AMG di serie in nero pianoforte, si abbinano alla plancia con la linea di cintura alta che si estende senza soluzione di continuità dalla porta del guidatore alla strumentazione fino ad arrivare alla porta lato passeggero. La qualità dei materiali e della lavorazione soddisfa anche i clienti più esigenti e garantisce un’atmosfera particolarmente esclusiva. I numerosi equipaggiamenti di serie comprendono sedili sportivi AMG in morbida Nappa, un nuovo volante Performance AMG a tre razze con comandi in alluminio e corona piatta nelle sezioni superiore ed inferiore e Drive Unit AMG con leva del cambio automatico E-Select.
I diversi sistemi di assistenza alla guida della nuova CLS aiutano il guidatore ad evitare gli incidenti ed a ridurre la gravità di un eventuale impatto. Tra questi sistemi figurano due novità: il Blind Spot Assist attivo ed il sistema antisbandamento attivo. Il Blind Spot Assist attivo avverte il guidatore quando, tramite sensori radar a corto raggio, viene rilevato il pericolo di una collisione durante un cambio di corsia. Se il guidatore ignora le avvertenze ed il veicolo sulla corsia adiacente si avvicina pericolosamente, il Blind Spot Assist attivo interviene frenando le ruote sul lato opposto della vettura, avvalendosi dell’Electronic Stability Program (Esp), in modo da correggere la traiettoria.
Per la prima volta, all’Esp è abbinato anche il sistema antisbandamento attivo. Il dispositivo entra in funzione quando il guidatore oltrepassa involontariamente una linea di demarcazione a destra o sinistra della corsia di marcia. In questo caso, il sistema antisbandamento attivo frena le ruote sul lato opposto del veicolo, prevenendo l’allontanamento involontario dalla traiettoria di marcia. Contemporaneamente, una spia sul quadro strumenti avverte il guidatore. In caso di superamento di strisce continue di delimitazione della carreggiata, il sistema attiva un trasduttore elettrico di impulsi integrato nel volante che emette brevi vibrazioni; un sistema di avvertenza discreto ma sicuramente efficace che induce a controsterzare immediatamente. Anche prima dell’intervento frenante, il sistema ricorre sempre a questa segnalazione tattile tramite vibrazione del volante. (ore 18:00)