Stoccarda – Da oggi è possibile ordinare la supersportiva 918 Spyder con innovativa trazione ibrida plug-in. Sull’onda del sorprendente successo di pubblico riscosso dalla concept car al Salone dell’Auto di Ginevra 2010, si è quindi passati  veloce-mente allo sviluppo in serie. Grazie all’esclusiva tecnologia ibrida, la 918 Spyder consumerà indicativamente solo 3 litri di carburante ogni 100 km nel Nedc (Nuovo ciclo di guida europeo). Il motore V8 sviluppa oltre 368 kW (500 cv) ed è assistito da due motori elettrici che garantiscono una potenza complessiva di almeno 160 kW (218 cv). La 918 Spyder è ordinabile, da subito, al prezzo di 778.452 euro, inclusa l’Iva e l’equipaggiamento specifico per l’Italia. Per garantire l’esclusività di una 918 Spyder, questa coupé sarà disponibile in edizione limitata, fino ad un massimo di 918 esemplari. Poiché la produzione seguirà l’ordine di arrivo delle commesse, quanto prima il cliente ordinerà il proprio esemplare, tanto prima riceverà la vettura. L’avvio della produzione della 918 Spyder è programmato per il 18 settembre 2013 nel principale stabilimento Porsche di Stuttgart-Zuffenhausen e prevede una realizzazione quasi artigianale. Le prime vetture saranno consegnate a partire da novembre 2013.
Il design, sviluppato a partire dal Dna della Carrera GT e delle vetture da competizione Porsche 917 e RS Spyder, richiama sostanzialmente quello della concept car 2010. Rispetto al progetto originale, tuttavia, la versione di serie della due posti, rea-lizzata su una monoscocca in materiale plastico rinforzato in fibra di carbonio (CfK), dispone di un sistema manuale di apertura del tetto con pannelli estraibili che possono essere riposti nel vano bagagli anteriore.
La 918 Spyder è spinta da un originale sistema di trazione ibrida plug-in. Il sistema consiste in un potente motore V8 con cilindrata superiore a 4 litri in grado di erogare una potenza di oltre 368 kW (500 cv). Il propulsore centrale si basa sul motore da gara della vittoriosa Porsche RS Spyder, che ha dato prova della sua impressionante efficienza con le numerose vittorie alla Michelin Green-X-Challenge nell’American Le Mans Series, alla Le Mans Series e alla 24 Ore di Le Mans. La trasmissione della potenza alle ruote posteriori è affidata al compatto cambio a doppia frizione Porsche-Doppelkupplung (Pdk) a sette rapporti. Vi si aggiungono i due motori elettrici, rispettivamente per l’asse anteriore e posteriore, con una potenza complessiva di almeno 160 kW (218 cv). Questa configurazione consente una trazione integrale innovativa e variabile con gestione indipendente della forza motrice su entrambi gli assi. Una batteria agli ioni di litio raffreddata a liquido funge da accumulatore di energia, può essere caricata tramite una comune presa di corrente e consente di percorrere con alimentazione puramente elettrica una distanza di oltre 25 km nel Nedc. Il tempo di carica dipende dalla rete elettrica specifica di ogni Nazione ed ammonta, ad esempio, a circa tre ore in Germania. Per ridurre ulteriormente il tempo di carica è previsto un sistema di carica veloce.
Il consumo previsto della 918 Spyder nel ciclo combinato del Nedc (Eced-R 101) è di 3,0 l/100 km, corrispondente ad un valore delle emissioni di CO2 pari a 70 g/km. A fronte di questi valori, la supersportiva offre prestazioni di altissimo livello. Accelera da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi e raggiunge una velocità massima di oltre 320 km/h. La 918 Spyder sarà quindi in grado di compiere un giro sulla Nordschleife del Nürburgring in meno di sette minuti e 30 secondi, superando addirittura la Porsche Carrera GT che impiega sette minuti e 32 secondi. Con alimentazione completamente elettrica la velocità massima è di 150 km/h.
In attesa della consegna della 918 Spyder, Porsche offre in esclusiva ad ogni acquirente la possibilità di acquistare una 911 Turbo S Edition 918 Spyder, ugualmente prodotta in edizione limitata ad un massimo di 918 esemplari. Esteticamente l’edizione speciale conserva, sia all’esterno sia negli interni, tratti peculiari simili a quelli della 918 Spyder, che includono, tra gli altri, i caratteristici elementi dell’equipaggiamento in colore verde acido come le specifiche scritte del modello parzialmente ricamate e le cuciture, le lancette nella strumentazione, la tipica schermata iniziale del Pcm e i listelli sottoporta illuminati. La targhetta dell’edizione limitata sul coperchio del vano portaoggetti reca il numero di produzione della 918 Spyder  ordinata. Inoltre la 911 Turbo S Edition 918 Spyder  può essere richiesta nello stesso colore della 918 Spyder.  La tecnica e l’equipaggiamento base della nuova 911 Turbo S Edition 918 Spyder  riprendono la 911 Turbo S da 530 cv. Nell’edizione speciale, la ricca dotazione di serie è completata, in particolare, da un pacchetto in pelle ampliato, una versione speciale della strumentazione ed elementi in carbonio supplementari nell’esterno e negli interni. La 911 Turbo S Edition 918 Spyder è disponibile contemporaneamente all’avvio delle vendite della 918 Spyder e sarà pronta per la consegna a  partire da giugno 2011. La versione Coupé dell’edizione speciale sarà venduta in Italia a 175.652 euro, la Cabriolet 187.052 euro (inclusa Iva e dotazione specifica). (ore 19:00)