Londra – Jaguar conferma che lancerà la concept car C-X75 come un veicolo a trazione ibrida di serie. 
La Jaguar C-X75 sarà  il modello più avanzato dellla gamma attuale del marchio e offrirà prestazioni pari alle vetture di serie più veloci del mercato, mentre l’adozione di una tecnologia all’avanguardia garantirà consumi molto contenuti. Jaguar si aspetta molto da questa supercar ibrida, che ha un incredibile livello di emissioni di CO2 con meno di 99 g/km riuscendo al contempo ad raggiungere una velocità massima di oltre 320 km/h.
<<La gente si aspetta che Jaguar sia innovativa, e ciò avviene quando Jaguar è al  suo top – dice Adrian Hallmark, Jaguar brand director – La C-X75 ha ricevuto una incredibile accoglienza come concept car. Ci siamo basati su questo impulso e c’è chiaro business case per questo esclusivo modello. Nessun altro veicolo come questo potrà meglio indicare la rinnovata fiducia e l’eccellenza nell’innovazione tecnologica>>.
Il progetto C-X75 sarà l’ultima espressione del design e della tecnica ingegneristica Jaguar. Questa supercar ibrida ad alte prestazioni rimarrà fedele alla prima concept car che ha fatto il suo debutto al Motor Show di Parigi del 2010, e avrà tutte le caratteristiche per essere omologata per l’uso in strada. 
<<Siamo stati sempre ben determinati affinché la versione stradale della Jaguar C-X75 avesse la stessa forma della concept car – dice Ian Callum, director of design di Jaguar – Questa sarà la più bella e la più innovativa Jaguar mai prodotta. Anche nel mondo delle supercar, siamo in grado di produrre la più bella>>.
Con una mossa senza precedenti, la Jaguar C-X75 sarà sviluppata in collaborazione con la Williams F1 che fornirà il suo know-how ingegneristico in settori come l’aerodinamica, la fabbricazione in carbonio composito e le tecnologie ibride. Questa collaborazione sarà all’avanguardia dell’innovazione e dell’ingegneria automobilistica Britannica. 
<<La conferma di questo progetto evidenzia la determinazione di Jaguar Land Rover nell’adottare nuove tecnologie – dice Ralf Speth, Ceo di Jaguar Land Rover – Una supercar come la C-X75 è la scelta logica per offrire un design all’avanguardia, un utilizzo intelligente delle tecnologie ecologiche e delle prestazione di matrice sportiva>>.
La C-X75 rappresenta anche una nuova pietra miliare sia nella storia di Jaguar Land Rover e sia in quella della Williams, che collaborano per la prima volta nella produzione di una delle supercar più sportive e più ecologiche al mondo. La produzione della Jaguar C-X75 creerà più di cento posti di lavoro altamente qualificati nel Regno Unito.   La chiave del successo della C-X75 è il connubio tra la tecnologia di matrice sportiva e le vetture di produzione stradali. Il telaio della supercar sarà realizzato in fibra di carbonio per creare una struttura incredibilmente leggera e al tempo stesso altamente resistente. 
A favorire il passaggio dalla concept car al veicolo di produzione è stata la scelta del propulsore. Jaguar prosegue nello sviluppo dell’uso della tecnologia a micro turbine che è stata presentata nella concept C-X75. Tata, società madre di Jaguar, ha acquisito una partecipazione significativa nella Bladon Jets, e svilupperà questa avanzatissima tecnologia come un impegno a medio termine che rappresenterà una parte importante nelle Jaguar del futuro. 
<<Per portare il progetto C-X75 a diventare realtà entro i tempi e i termini di programma di un modello convenzionale, doveva essere sviluppato un propulsore altrettanto innovativo. La versione stradale adotterà un potente motore a combustione interna allo stato dell’arte e di piccola cilindrata con un potente motore elettrico su ogni asse. Le compatte dimensioni del motore ci hanno permesso di posizionarlo nella parte bassa della vettura in modo da ottenere un ottimale distribuzione del peso e di mantenere la silhouette mozzafiato della concept car. Tutto ciò renderà in buona fede la Jaguar C-X75 una supercar ibrida, in grado di fornire silenziosità d’esercizio e una notevole autonomia di oltre 50 km con la propulsione elettrica>>, spiega Bob Joyce, group engineering director di Jaguar Land Rover.
Quando i motori elettrici e quello a combustione della C-X75 sono in funzione, la C-X75 sarà l’auto più veloce al mondo, con un tempo inferiore ai 3 secondi per raggiungere i 100 km/h ed una velocità massima di oltre i 320 km/. La cosa fondamentale è che queste performance saranno ottenute a fronte di emissioni incredibilmente basse, con un target inferiore ai 99 g/km di CO2, grazie alla struttura leggera del progetto C-X75 e all’innovativa tecnologia del propulsore. Williams F1 è stata in prima linea nella progettazione motoristica sportiva per tre decenni. L’impegno sul progetto della Jaguar C-X75 è la prova delle ambizioni del team e riunirà due dei più grandi protagonisti dell’industria automobilistica britannica.
  <<La nostra nuova partership con Jaguar Land Rover ci offre un’ interessante opportunità di lavorare con uno dei marchi più famosi e prestigiosi del mondo dei motori – ha detto Frank Williams, presidente della Williams F1 – Williams si è sempre considerata un società di ingegneria meccanica e quindi questo progetto ci permetterà di combinare la nostra esperienza tecnica per creare qualcosa di veramente eccezionale>>.
Jaguar C-X75 ridefinirà l’esperienza del cliente, e fisserà nuovi standard di vendita e servizi post-vendita che saranno riproposti in futuro su tutta la gamma. Saranno costruiti solo 250 esemplari, ciascuno con un costo compreso tra le 700.000 e le 900.000 sterline a seconda del mercato e delle tasse locali.
<<Mai prima d’ora la società aveva lanciato un tale ambizioso progetto di auto ai vertici mondiali – ha detto Carl-Peter Forster, Ceo di Tata Motors – Questa è la Jaguar del futuro. Tale opportunità di innovazione nel Regno Unito è parte del motivo per cui Tata Motors ha investito in Jaguar, ed è fantastico che prodotti come il C-X75 ora possano diventare realtà>>. (ore 09:00)