Verona – La Volkswagen lancia la nuova generazione della sua bestseller aperta. La nuova Golf Cabriolet offre tutti i vantaggi di una Golf, l’auto di maggior successo al mondo, più uno: la capote in tessuto ad azionamento automatico che si apre in 9 secondi e funziona anche a vettura in movimento fino ad una velocità di 30 km/h. E che cosa succede quando si chiude il tetto? La risposta è semplice: questa Golf a
quattro posti, grazie ai vantaggi offerti in termini di praticità di utilizzo e alla pregiata capote, è una Cabriolet adatta ad essere utilizzata tutto l’anno. Come del resto è sempre stata.
Volkswagen porta avanti una grande tradizione. Tra il 1979 e il 2002, le 3 versioni precedenti sono state scelte da più di 680.000 automobilisti. Nello stesso periodo, nessun’altra cabriolet al mondo ha riscosso così tanto successo. La nuova Golf Cabriolet ha i numeri per scrivere un altro capitolo di questa storia. Una sola dotazione manca ora all’appello: il normale roll-bar. Rispetto alle precedenti, il tradizionale roll-bar centrale fisso è stato sostituito da due elementi ad azionamento automatico alloggiati dietro gli appoggiatesta posteriori, che si attivano in poche frazioni di secondo. Di serie, come sempre, airbag frontali e laterali testa/torace per gli occupanti anteriori, airbag per le ginocchia lato guida ed Esp.
A capote chiusa, questa Volkswagen è tra le auto più silenziose della categoria, oltre a offrire uno degli abitacoli più spaziosi e, grazie alla particolare struttura della capote in tessuto, vantare un bagagliaio del volume di 250 litri interamente sfruttabile anche a tetto aperto. La Golf Cabriolet regala dunque il piacere della guida “open-air” anche in vacanza, quando si viaggia con il bagagliaio pieno.  Gli schienali del divano posteriore possono inoltre essere abbattuti separatamente, aumentando notevolmente il volume di carico.
Grazie al roll-bar che si attiva in pochi millesimi di secondo, al rinforzo del telaio del parabrezza e a numerose altre modifiche strutturali apportate (a sottoscocca, componenti laterali, brancardi, zona posteriore, porte) la carrozzeria della Golf Cabriolet garantisce sicurezza di livello superiore in ogni situazione di
marcia. Lunga 4,25, larga 1,78 e alta 1,42 m, grazie ai numerosi elementi di rinforzo introdotti, la Golf Cabriolet vanta un’eccellente rigidità torsionale.
Il design della nuova Golf Cabriolet riprende in gran parte quello della versione chiusa a tre porte. Grazie al nuovo posteriore, a una linea più piatta del tetto e alla maggior inclinazione del telaio del parabrezza, mostra anche una propria identità caratteristica, come già avveniva per le precedenti versioni apribili della bestseller Volkswagen. A capote aperta la Golf Cabriolet mostra linee distese di grande eleganza. A capote chiusa, in
corrispondenza della zona dei montanti posteriori e del bagagliaio, la linea compatta della vettura riprende
chiaramente, attualizzandolo, il carattere della precedente versione.
Per gli interni della Golf Cabriolet sono stati ripresi in tutto e per tutto il design e la qualità dei materiali utilizzati per la Golf “chiusa”, conferendo loro la tipica ricercatezza delle vetture cabriolet più curate. Per quanto riguarda le caratteristiche degli interni, anche la Cabriolet, come già la Eos, si distingue da molte altre concorrenti per un importante aspetto: l’intelaiatura del parabrezza è bassa e contribuisce così a esaltare il piacere della guida all’aria aperta.
La Golf Cabriolet viene proposta, analogamente alla Eos, alla Passat CC, alla Touareg e alla Phaeton, in un allestimento che può essere personalizzato con diversi pacchetti (tra gli altri, Performance, Design & Style, Comfort e Tecnologia), 9 tinte di carrozzeria, 9 design e colori per i sedili e 50 singole dotazioni. Tuttavia, già la dotazione base è particolarmente ricca. Per quanto riguarda gli esterni, la dotazione comprende luci posteriori a Led con plastiche brunite, cerchi da 16 pollici con pneumatici 205 e listelli cromati sulla calandra del radiatore. Con riferimento agli interni, la dotazione della vettura comprende, oltre alla capote ad azionamento elettrico, climatizzatore, funzione Easy Entry per i sedili comfort anteriori regolabili in altezza, quattro alzacristalli elettrici e inserti cromati opachi.
Le sei motorizzazioni turbo a iniezione diretta proposte, con potenze da 105 a 210 cv, risultano ideali per ogni tipo di percorrenza in tutte e quattro le stagioni dell’anno al pari del cambio a doppia frizione Dsg, sistema di trasmissione high-tech che garantisce la massima economia dei consumi ed è disponibile per quattro dei sei motori offerti. Un propulsore benzina ed entrambi i Diesel sono BlueMotion Technology (comprendono sistema di recupero dell’energia e dispositivo start/stop), ottimizzati per il contenimento dei consumi e delle emissioni. Per comprendere meglio l’efficienza di questo nuovo modello prendiamo come esempio la Golf Cabriolet 1.6 TDI 105 cv Diesel BlueMotion Technology: i consumi nel ciclo 5 combinato si attestano su 4,4 l/100 km (a fronte di emissioni CO2 di 117 g/km). Di seguito, una panoramica di tutte le varianti che debutteranno nel 2011:
1.2 TSI 105 cv (cambio a 6 rapporti)
1.4 TSI 122 cv (cambio a 6 rapporti o Dsg a 7 rapporti)
1.4 TSI 160 cv (cambio a 6 rapporti o Dsg a 7 rapporti)
2.0 TSI 210 cv (cambio Dsg a 6 rapporti)
1.6 TDI 105 cv (cambio a 5 rapporti)
2.0 TDI 140 cv (cambio a 6 rapporti o Dsg a 6 rapporti)
La Golf Cabriolet ha la trazione anteriore e riprende sostanzialmente avantreno e retrotreno della versione chiusa. Monta quindi sospensioni anteriori McPherson con barra antirollio, mentre sull’asse posteriore ci sono sospensioni multilink di innovativa concezione, tanto efficaci al punto da rendere necessario solo raramente l’intervento del controllo elettronico della stabilizzazione Esp. (ore 10:00)