Stoccarda – Debutta  la Mercedes E 63 AMG che nell’ambito della strategia di modelli “AMG Performance 2015” beneficia delle doti del nuovo V8 Biturbo AMG da 5,5 litri. Già presente sulla CLS 63 AMG, il propulsore sviluppa una potenza da 386 kW (525 cv) a 410 kW (557 cv)a fronte di una ragguardevole  diminuzione dei consumi. La E 63 AMG consuma, secondo il Nedc, 9,8 litri ogni 100 chilometri (Station-wagon: 10,0 litri/100 km), il 22% in meno alla versione precedente, equipaggiata con il V8 aspirato AMG da 6,3 litri.
Disponibile nella versione Berlina e Station-wagon, la E 63 AMG si colloca tra le vetture più efficienti del segmento. Il merito di un simile risultato è anche del cambio sportivo a 7 marce Speedshift Mct AMG e dello sterzo sportivo parametrico elettromeccanico AMG di nuova concezione. Ulteriori sistemi di assistenza alla guida portano la sicurezza dei passeggeri a livelli finora mai raggiunti.
Il potente otto cilindri, denominato internamente M 157, è frutto della combinazione di innovativi componenti high-tech. Oltre all’iniezione diretta a benzina a getto guidato con piezoiniettori, il propulsore adotta un basamento interamente in alluminio con quattro valvole per cilindro e fasatura dell’albero a camme, raffreddamento ad aria/acqua dell’aria di sovralimentazione, gestione dell’alternatore e funzione start/stop. L’otto cilindri da 5.461 centimetri cubici di cilindrata, sviluppa una potenza massima di 386 kW (525 cv) e una coppia di 700 Nm.
Con la versione Performance i valori salgono a 410 kW (557 cv) e a 800 Nm. Entrambe le versioni della E 63 AMG offrono prestazioni di categoria superiore: accelerano da 0 a 100 km/h in 4,3 o 4,2 secondi (Station-wagon: 4,4 o 4,3 secondi) e raggiungono una a velocità massima, limitata elettronicamente, di 250 km/h per E 63 AMG, di 300 km/h per E 63 AMG Performance Berlina e di 280 km/h per E 63 AMG Performance Station-wagon. (ore 10:40)