Roma – La nuova Mercedes Classe B è più agile ed efficiente. L’altezza della vettura e la posizione verticale dei sedili suggeriscono a colpo d’occhio le doti di dinamicità della nuova compatta tedesca equipaggiata con nuovi motori benzina a quattro cilindri a iniezione diretta e turbocompressore ed un inedito propulsore diesel, in abbinamento ad un nuovo cambio a doppia frizione (a richiesta), nuova trasmissione manuale e nuovi sistemi di assistenza alla guida.
<<Nessuna nuova generazione di modelli nella storia di Mercedes-Benz ha comportato così tanti cambiamenti in un’unica soluzione – sottolinea Thomas Weber, membro del Board di Daimler AG e responsabile Group Research and Development Mercedes-Benz Cars -. I futuri clienti di Classe B beneficeranno di questa rivoluzione in termini di consumi particolarmente contenuti ed emissioni di CO2 sensibilmente ridotte, il tutto combinato a piacere di guida, grande abitabilità interna ed elevati standard di sicurezza, vero e proprio marchio distintivo delle vetture Mercedes-Benz>>.
L’anteprima mondiale della nuova Classe B si terrà al Salone dell’Automobile di Francoforte (dal 13 al 25 Settembre 2011). Sarà disponibile presso i concessionari europei già a partire da novembre.
Sbalorditivo è il coefficiente di resistenza cd pari a 0,26, che pone la nuova Classe B al vertice del suo segmento. Oltre al design aerodinamico degli esterni, sono stati ulteriormente perfezionati numerosi aspetti quali il flusso d’aria intorno alle ruote anteriori, il design del sottoscocca e il flusso dell’aria di raffreddamento che rappresentano fattori di cruciale importanza per il raggiungimento dell’eccellente performance aerodinamica. Inoltre, sono ancora in corso di approvazione alcuni brevetti per l’introduzione di ulteriori dettagli innovativi come, ad esempio, gli spoiler passaruota seghettati.
Tra le caratteristiche delle nuove trasmissioni si segnalano la tecnologia all’avanguardia dei componenti utilizzati per garantire la massima efficienza, l’elevata trazione già ad un basso numero di giri, il rispetto delle future normative in fatto di emissioni ed il peso ridotto. I propulsori, tutti equipaggiati con turbocompressore, e le due trasmissioni sono estremamente compatti, in modo da consentire il posizionamento trasversale, che permette un raggio di sterzata sotto gli undici metri, estremamente ridotto per una vettura a trazione anteriore.
I nuovi motori a quattro cilindri sono stati progettati sia per la disposizione trasversale sia per quella longitudinale. Sulla nuova Classe B sarà inizialmente disponibile la versione da 1,6 litri, mentre la B 180 eroga 122 cv e la B 200 156 cv. Il nuovo motore a quattro cilindri diesel rappresenta l’evoluzione dell’OM651 adottato su Classe C e Classe S: un common rail di terza generazione ad iniezione diretta per la prima volta montato in posizione trasversale su una vettura Mercedes. La Classe B 180 CDI eroga 109 cv di potenza, mentre la B 200 CDI 136 cv.
Un’altra novità assoluta è il nuovo cambio a doppia frizione 7G-DCT. Una trasmissione particolarmente compatta con un comportamento estremamente adattivo per quanto riguarda i regimi di rotazione del propulsore grazie ai sette rapporti. Il nuovo cambio manuale a 6 rapporti, progettato con analoghe specifiche di compattezza, è dotato di triplo albero di trasmissione, concettualmente vicino al cambio DCT.
Apprezzate le principale caratteristiche della nuova Classe B, non resta che aspettare il Salone di Francoforte per saggiarne l’estetica ed attendere la “verifica” su strada. (ore 18:30)