Stoccarda – Amg, il marchio performance di Mercedes-Benz Cars, presenta una nuova vettura da sogno: la Sls Amg Roadster. Due anni dopo la fulminante partenza della “Ali di gabbiano” al Salone IAA 2009, adesso arriva la versione scoperta della supersportiva.
Elencare le principali caratteristiche tecnologiche della Sls Amg Roadster è come leggere l’abc della moderna ingegneria automobilistica applicata alle vetture sportive: carrozzeria spaceframe in alluminio, motore anteriore centrale V8 Amg da 6,3 litri con potenza massima di 420 kW (571 cv) e coppia di 650 Nm, cambio a doppia frizione a sette rapporti in configurazione “transaxle” e assetto sportivo con assi a doppi bracci trasversali in alluminio. Agli amanti delle sportive una simile dotazione fa battere forte il cuore e promette un’eccellente dinamica di marcia, oltre che un piacere di guida in pieno stile Roadster.
La capote in tessuto compatta si apre e si chiude in appena undici secondi e può essere azionata fino ad una velocità di marcia di 50 km/h. Tra gli equipaggiamenti a richiesta cattura l’attenzione il nuovo assetto sportivo Ride Control Aamg con sospensioni a regolazione elettronica, che permette di variare con un pulsante la caratteristica degli ammortizzatori. Con la Drive Uunit Amg, il conducente della Sls Amg Roadster può impostare l’assetto scegliendo, in base alle proprie preferenze, una delle tre modalità: “Comfort”, “Sport” e “Sport plus”.
Assolutamente unico è il nuovo “Performance Media Amg”, un sistema multimediale ispirato al mondo delle competizioni sportive che abbina una nutrita ed esclusiva quantità di indicazioni telemetriche, come valori di  accelerazione trasversale e longitudinale, dati su motore e sui tempi al giro su circuito, all’accesso mobile a Internet ad alta velocità.
Puro design Roadster dalle perfette proporzioni
L’aspetto forse più sorprendente sono le proporzioni: cofano motore lungo, parte superiore molto arretrata e coda corta. A questo si aggiungono l’alettone ad estrazione automatica, il passo lungo, l’ampia carreggiata e gli sbalzi ridotti. In poche parole, anche la Sls Amg scoperta è un’auto dal carisma autentico che sprigiona dinamismo alla massima potenza. Le spalle pronunciate sembrano muscoli in tensione
che, insieme ai grandi cerchi 265/35 ZR 19 (anteriore) e 295/30 ZR 20 (poseriore), trasmettono una sensazione di potenza allo stato puro. Tra i nuovi equipaggiamenti a richiesta figurano l’accattivante vernice metallizzata marrone Sepang Amg e i cerchi fucinati a 10 razze dal peso ottimizzato, in nero opaco con bordo tornito a specchio.
I paralleli stilistici con la 300 SL Roadster degli anni Cinquanta si riscontrano nell’ampia mascherina del radiatore con la grande Stella Mercedes e nelle feritoie laterali suddivise da alette, ma anche nelle alette su cofano motore e fiancate. Come la Sls Amg Roadster, anche la 300 SL Roadster fu lanciata dopo il modello originario 300 SL “ali di gabbiano”. Diversamente da allora, però, oggi i due affascinanti modelli Amg sono disponibili contemporaneamente.
Un abitacolo che richiama al cockpit di pilotaggio
Il linguaggio formale mozzafiato degli esterni prosegue negli interni per evocare l’atmosfera di una cabina di pilotaggio: i principali elementi stilistici sono la plancia portastrumenti dal profilo alare e le quattro bocchette di ventilazione con crociera regolabile che ricordano i propulsori di un jet. Anche la lunga consolle in metallo opacizzato e la nuova leva del cambio automatico E-Select, simile a una cloche, sono elementi di design d’ispirazione aeronautica. Un dettaglio raffinato e discreto è costituito dallo stemma Amg stampato sulla leva del cambio rivestita in pelle.
La consolle, che come molti altri componenti dell’abitacolo è disponibile a richiesta in carbonio, ospita la Drive Uunit Amg, l’unità centrale di comando che permette al conducente di personalizzare il settaggio della vettura, scegliendo ad esempio l’impostazione preferita per l’assetto sportivo Ride Control Amg (a richiesta). Il volante Performance, con raffinato rivestimento in pelle Nappa e corona leggermente appiattita nella parte inferiore, assicura il perfetto controllo della vettura. I comandi del cambio al volante e la razza inferiore sono in metallo.
Capote leggera completamente automatica
L’emozione a bordo aumenta quando, a capote aperta, il potente V8 aspirato da 420 kW (571 cv) e 650 Nm si fa prepotentemente sentire, regalando con il suo tipico sound da otto cilindri Amg un autentico brivido di  emozione. La capote in tessuto può essere aperta o chiusa durante la marcia fino ad una velocità di 50 km/h. L’operazione è completamente automatica e dura undici secondi sia in apertura che in chiusura. Il conducente non deve fare altro che premere il tasto di comando collocato in posizione ergonomica sul bracciolo. La capote si ripiega a Z dietro i sedili, occupando poco spazio. I tre colori disponibili (nero, rosso e beige) si intonano perfettamente con i nove colori per gli esterni e gli otto per gli interni. La capote in tessuto a triplo strato è una struttura in magnesio, acciaio e alluminio dal peso ottimizzato che contribuisce in ampia misura ad abbassare il baricentro della vettura. Nella capote è incorporato senza soluzione di continuità un lunotto termico in vetro di sicurezza temprato. La giunzione perfettamente a filo e priva di interstizi tra il rivestimento esterno della capote e il lunotto contiene il fruscio aerodinamico. Sotto la capote è installata una sacca elastica di raccolta dell’acqua che si estende lungo l’intero profilo inferiore. Il suo compito è raccogliere l’acqua piovana e farla defluire al suolo attraverso le due aperture per lato. Il volume del bagagliaio è di 173 litri a capote aperta o chiusa e si mantiene pertanto sugli stessi livelli della Sls Amg Coupé (176 litri).
Materiali di altissima qualità e perfetta lavorazione
I rivestimenti in purissima pelle, le superfici in metallo opacizzato e gli inserti in carbonio (a richiesta) creano un’atmosfera esclusiva che ben si concilia con la sensazione di trovarsi all’interno di una cabina di  pilotaggio.  Le cuciture decorative e a contrasto eseguite con assoluta precisione hanno  un grande impatto estetico, che vale a sottolineare la qualità della finitura artigianale e la cura riservata ai dettagli dai designer Mercedes. Tra gli equipaggiamenti di serie figurano i rivestimenti in pelle nera designo, i sedili sportivi riscaldabili Amg, il frangivento a innesto, il Comand Aps con lettore Dvd, l’impianto antifurto con protezione antitraino e dell’abitacolo, il climatizzatore automatico Confortmatic e la funzione avviamento Keyless-Go. A richiesta è disponibile l’Airscarf. Questo sistema brevettato, offerto esclusivamente da Mercedes-Benz, funziona come una sciarpa invisibile che avvolge collo e nuca dei passeggeri con un fascio di aria calda. Il sistema è integrato negli schienali dei sedili sportivi Amg e dispone di ugelli incorporati nei  poggiatesta dai quali fuoriesce un flusso di aria calda. In abbinamento ai rivestimenti a richiesta in pelle Exclusive designo è possibile optare per i roll-bar in pelle con griglie integrate che riducono le turbolenze nell’abitacolo. Nei retrovisori esterni ripiegabili elettricamente, disponibili a richiesta, sono integrate le luci di cortesia.
Per gli interni, una nuova variante è costituita dai rivestimenti in pelle marrone caffè designo, anche bicolore. La tonalità scura di questo rivestimento s’intona alla perfezione con la nuova vernice metallizzata marrone Sepang Amg. Spiccano tra gli equipaggiamenti a richiesta i sistemi Performance Media Amg e Bang & Olufsen. Oltre al Sound System Surround BeoSound Bang & Olufsen (a richiesta) che assicura un’esperienza musicale esclusiva di altissimo livello, a richiesta è disponibile anche un altro equipaggiamento degno di nota: il Performance Media. Ispirato al mondo delle competizioni sportive, questo sistema abbina una  serie assolutamente unica di indicazioni telemetriche, tra cui diversi dati del motore, valori di accelerazione trasversale e longitudinale e tempi al giro su circuito e connessione mobile a Internet ad alta velocità. Il sistema Performance Media si attiva con il tasto Amg sulla Drive Unit e si utilizza attraverso il Controller del Comand.
Navigazione Internet ad alta velocità
Il Performance Media offre inoltre un ottimo accesso mobile a Internet ad alta velocità. A vettura ferma, conducente e passeggero possono navigare in rete, scaricare e installare diversi applicativi e inviare e ricevere e-mail. Questo sistema unico nel suo genere dispone pertanto di funzioni equiparabili a quelle di un Pc, un portatile o uno smartphone. Il Performance Media utilizza Android, un sistema operativo efficiente e molto diffuso. Questo nuovo equipaggiamento esclusivo sarà adottato in futuro anche da altre vetture  high performance Amg.
Telaio spaceframe rinforzato in alluminio, peso a vuoto Din contenuto
Il piacere di guida è assicurato dall’elevato livello di comfort e, naturalmente, anche dall’eccellente  dinamica di marcia. Fondamentale al riguardo è l’apporto dell’innovativa concezione della carrozzeria. Tanto l’autotelaio quanto la carrozzeria sono infatti realizzati in alluminio e sono strutture che coniugano con  intelligenza i vantaggi di un materiale leggero ad un elevato grado di resistenza. Con un peso a vuoto Dif di 1660 chilogrammi, la Roadster pesa solo 40 chilogrammi in più della Coupé. Di conseguenza il peso per unità di potenza si attesta su un apprezzabile valore di 2,9 kg/cv. Per ottenere, nonostante l’assenza del tetto, una dinamica di marcia di pari livello a quella della Coupé, la scocca è stata opportunamente rinforzata, realizzando ad esempio sottoporta specifici che presentano un maggiore spessore di parete e un numero superiore di vani interni. Il supporto della plancia portastrumenti appoggia per mezzo di due puntoni supplementari sul telaio del parabrezza e sul tunnel motore, mentre una barra duomi installata tra la capote e il serbatoio carburante provvede a irrigidire l’asse posteriore. Per compensare la stabilità in conseguenza  dell’eliminazione del tetto Coupé e delle porte ad “ali di gabbiano”, la Sls Amg scoperta dispone di una traversa di rinforzo dietro ai sedili cui è fissato il sistema di protezione antiribaltamento e che alloggia anche il subwoofer da 250 Watt del Sound System High End BeoSound Bang & Olufsen (a richiesta). Questi accorgimenti eliminano sul nascere le vibrazioni indesiderate e rendono superflui antivibratori supplementari, spesso presenti sulle sportive scoperte, che appesantirebbero la vettura. Grazie alle misure adottate per ottimizzare il peso, il telaio spaceframe in alluminio pesa 243 chilogrammi, vale a dire appena due chili in più della “ali di gabbiano”.
Intelligente mix di materiali e baricentro basso
L’intelligente telaio spaceframe in alluminio dal peso ottimizzato è costituito per il 50% da profilati di alluminio, per il 26% da lamiera di alluminio, per il 18% da ghisa di alluminio e per il rimanente 6% da acciaio. Per ottimizzare la protezione degli occupanti, i montanti anteriori sono in acciaio ad altissima resistenza foggiato a caldo. La vettura è stata progettata nel suo complesso per ottenere un baricentro il  più ribassato possibile. Ciò ha comportato un collegamento più basso sia tra la catena cinematica e gli assali, che tra i componenti della scocca fondamentali per una maggiore rigidità. In quest’ottica sono stati realizzati  i collegamenti tra le sezioni anteriore e posteriore della vettura e la cellula di sicurezza, resistenti alla flessione e alla torsione. Tali collegamenti sono stati progettati per spostare il più possibile verso il basso i percorsi di propagazione dell’energia d’urto. Il risultato è un abbassamento del baricentro e anche un trasferimento armonico ed efficiente delle forze nella struttura della vettura.
Sicurezza passiva ai massimi livelli
Il telaio spaceframe in alluminio costituisce l’elemento di base per garantire un eccellente grado di sicurezza passiva. La ricca gamma di dotazioni di serie comprende il sistema fisso di protezione antiribaltamento, cinture di sicurezza a tre punti con pretensionatori e limitatori di forza e otto airbag: airbag anteriori a doppio stadio di attivazione, un kneebag lato guida e passeggero, due sidebag integrati nei sedili e due sidebag per la testa che si dispiegano dalla linea di cintura delle porte. Il Blind Spot Assist (a richiesta) assiste il conducente con due segnali di avvertimento, uno ottico e l’altro acustico, quando al cambio di corsia il sistema rileva il pericolo di collisione con un altro veicolo.
Potente motore V8 AMG da 6,3 litri e 420 kW (571 cv)
Il cuore pulsante è lo stesso della Coupé ad “ali di gabbiano”. Il V8 da 6,3 litri eroga una potenza massima di 420 kW (571 cv) a 6800 giri/min, rendendo la scoperta una delle sportive più potenti del suo segmento. Il più potente motore V8 aspirato del mondo vanta un peso per unità di potenza di 2,9 kg/cv e raggiunge la coppia massima di 650 Nm a 4750 giri/min. Scoperta, la Sls Amg accelera da zero a 100 km/h in 3,8 secondi, raggiungendo i 200 chilometri orari dopo 11,3 secondi, e sfreccia ad una velocità massima di 317 km/h (limitata elettronicamente). Grazie a questi valori, la versione Roadster raggiunge prestazioni su strada equivalenti a quelle della versione con porte ad “ali di gabbiano”.
Con una cilindrata di 6.208 centimetri cubici, questo V8 configurato per regimi di rotazione elevati presenta le caratteristiche tipiche dei potenti motori da competizione, come l’agilità con cui risponde alle modulazioni  dell’acceleratore e lo spiccato comportamento sportivo. La lubrificazione a carter secco ha consentito il montaggio del motore in posizione decisamente più ribassata. Si è potuto così abbassare il baricentro a tutto vantaggio di elevati valori di accelerazione trasversale e di una dinamica di marcia entusiasmante.
Cambio a doppia frizione con configurazione “transaxle” e “torque tube”
Il V8  trasmette la propria potenza all’asse posteriore attraverso un albero motore ultraleggero in fibra di carbonio, simile a quello della Classe C Dtm. Il cambio è alloggiato sul retrotreno (schema transaxle) ed è reso solidale al basamento del motore per mezzo di un “torque tube”. Si tratta di un particolare sistema (dall’inglese “torque” = coppia, “tube” = tubo), in cui un albero di carbonio ruota allo stesso numero di giri del motore. I vantaggi di questa sofisticata soluzione risiedono nel collegamento rigido tra motore e cambio e quindi nel supporto ottimale delle forze e delle coppie generate. Il cambio a sette marce Speedsfift Dct  a doppia frizione si contraddistingue per processi di innesto veloci, senza interruzioni della forza di trazione, con tempi minimi pari a 100 millisecondi. Il guidatore ha a disposizione quattro diversi programmi di marcia: “C” (Controlled Efficiency), “S” (Sport), “S+” (Sport plus) o “M” (Manuale). Quando vengono azionati i programmi di marcia Sport, Sport plus e Manuale si attiva la funzione “doppietta automatica”; tutti i programmi possono essere comodamente gestiti mediante il selettore presente nella Drive Unit. La funzione Race Start consente una trazione ottimale, così come il bloccaggio meccanico del differenziale, integrato nella scatola del cambio compatta. (ore 14:30)