Volksburg – Molti automobilisti desiderano una vettura versatile, ideale anche per affrontare percorsi non asfaltati, particolarmente spaziosa e robusta. Un’automobile come la nuova Passat Alltrack: veloce, parca nei consumi, versatile e adatta all’impiego offroad. Con questa variante la Volkswagen offre un’alternativa nella fascia di mercato tra le auto “tradizionali” e i suv. Rispetto alla Passat Variant, il nuovo modello si distingue, in termini di progettazione, per paraurti specifici, modanature sui passaruota e sottoporta maggiorati.
Sono state inoltre perfezionate in modo mirato le caratteristiche di maggiore versatilità per l’impiego su diversi tipi di terreno: grazie agli angoli di rampa e di pendenza adatti ai percorsi in fuoristrada, alla maggiore altezza del suolo e a protezioni sottoscocca anteriori e posteriori, sulle strade non asfaltate la Passat Alltrack è una valida alternativa ai suv. Anche nel design la Alltrack
esprime questa vocazione tipicamente offroad.
La Passat Alltrack è disponibile con trazione anteriore e trazione integrale (4Motion). In entrambe le versioni è adatta al traino di pesi rimorchiabili rilevanti (in relazione alla motorizzazione fino a 2.200 kg) e alla marcia fuoristrada. Per questo motivo, per l’ultima nata di casa Volkswagen saranno disponibili solo potenti motori turbo a iniezione diretta: 2 benzina (Tsi) e 2 Diesel (Tdi). Coppia massima: da 250 a 350 Nm. Tutte le 4 motorizzazioni sono in grado di erogare la massima potenza al di sotto di 1.750 giri.
I motori benzina della Volkswagen erogano rispettivamente 160 e 210 cv di potenza, i 2 Turbodiesel 140 e 170 cv. Entrambi i Tdi sono già presenti sulle versioni BlueMotion Technology (dotate quindi di sistemi start/stop e di recupero dell’energia). Le motorizzazioni più potenti della Alltrack, il TDI 170 cv e il Tsi 210 cv, vengono proposte di serie con trazione integrale permanente 4Motion, differenziale a bloccaggio elettronico trasversale (Xds) e cambio a doppia frizione (Dsg). La Passat Alltrack con motore 140 cv Tdi si può avere anche nella versione con trazione integrale. La grande efficienza dei motori della Passat Alltrack, anche in abbinamento alla trazione integrale 4Motion, è dimostrata dai due Tdi: la versione 140 cv consuma in media solo 5,7 l/100 km (a fronte di emissioni di CO2 di 150 g/km), la versione 170 cv 5,9 l/100 km (155 g/km CO2).
Per l’impiego su percorsi offroad, i motori sono protetti da una robusta lamiera in acciaio. Questa soluzione preserva dagli urti motore, cambio, coppa dell’olio, impianto di scarico (parte anteriore) e vari tubi flessibili.
Il programma di marcia Offroad, di serie sulla Passat Alltrack, mette in evidenza come quest’auto rappresenti il punto di incontro tra il mondo delle vetture e quello dei suv. Con la semplice pressione di un pulsante i principali sistemi di assistenza e di marcia vengono adattati per l’impiego in fuoristrada. Tra questi, il sistema antibloccaggio Abs (caratterizzato da un aumento della soglia degli intervalli di intervento, che favorisce la formazione di un cuneo di materiale davanti agli pneumatici sui terreni sabbiosi o ghiaiosi facilitando l’arresto), la funzione di marcia assistita in discesa, la soglia di intervento dei bloccaggi elettronici dei differenziali (Eds), una curva caratteristica dell’acceleratore più piatta (che facilita la dosabilità su terreno non asfaltato) e il cambio Dsg (allungamento dei rapporti senza passaggio automatico alla marcia superiore in modalità manuale). Finora i programmi di marcia offroad sono stati proposti dalla Volkswagen solo
sulle vetture fuoristrada come la Tiguan e la Touareg. Con la Passat Alltrack, il sistema debutta per la prima volta su un’automobile tradizionale.
Con 4.771 mm di lunghezza, la Passat Alltrack misura esattamente quanto la Passat Variant. Nonostante i passaruota maggiorati, anche la larghezza è identica: 1.820 mm. È interessante il confronto dei dati rilevanti per l’impiego in fuoristrada: rispetto alla Passat Variant l’altezza dal suolo è stata aumentata da 135 a 165 mm. L’angolo di attacco è aumentato da 13,5 a 16 gradi; quello di uscita da 11,9 a 13,6 gradi. Nel caso di strade non asfaltate, gioca un ruolo molto importante anche l’angolo di rampa, quando si percorrono zone collinose: questo valore è migliorato da 9,5 a 12,8 gradi.
Altri dati significativi sulla capacità di carico della Alltrack sono: altezza carico passante 72 cm e altezza interna 83 cm; larghezza tra i passaruota 1,0 m e larghezza massima nel bagagliaio 1,3 m. La superficie di carico della Passat Alltrack raggiunge infine 1,94 m con divano posteriore abbattuto. Il volume di carico, calcolato fino all’altezza del bordo inferiore del finestrino, è di 603 litri. Sfruttando al massimo lo spazio utile abbattendo i sedili posteriori e includendo i 90 litri di capacità del vano della ruota di scorta, si raggiungono i 1.731 litri. Sia dietro la prima fila di sedili, sia dietro la seconda, è possibile montare una rete divisoria.
Oltre che per il programma di marcia Offroad, il sistema di assistenza nelle partenze in salita, la funzione di marcia assistita in discesa, l’assetto modificato e le variazioni alla carrozzeria tipicamente da fuoristrada, la Passat Alltrack si distingue per una serie di elementi particolari specifici. Tra questi, i nuovi cerchi in lega leggera da 17 pollici modello Valley e un indicatore di pressione degli pneumatici. Sulla Passat Alltrack i seguenti elementi sono rifiniti con cromatura opaca: intelaiature dei finestrini, gusci degli specchietti retrovisori e listelli della calandra del radiatore. La finitura argento anodizzato caratterizza invece i mancorrenti sul tetto, di serie. Sempre
di serie protezione sottoscocca anteriore e posteriore in look acciaio e fendinebbia. All’esterno si notano le modanature cromate dei terminali di scarico (versioni fino a 160 cv terminale di scarico doppio a sinistra, da 170 cv un terminale di scarico a sinistra e uno a destra).
L’allestimento interno si distingue per la presenza di listelli battitacco in acciaio inox con logo Alltrack, sedili comfort con fianchetti in Alcantara, inserti interni in Argento Titanio, pedaliera in look alluminio e climatizzatore automatico. La Passat Alltrack si caratterizza inoltre per una serie di dotazioni di sicurezza senza compromessi, tra cui il nuovo sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore.
In Italia sarà commercializzata a maggio con il motore 2.0 Tdi 170 cv BlueMotion Technology 4Motion cambio Dsg Prezzo e costerà euro 38.100 con le seguenti principali dotazioni di serie (allestimento unico):
– Airbag per conducente e passeggero anteriore, lato passeggero disattivabile
– Airbag per la testa anteriori e posteriori
– Airbag laterali anteriori
– Esp con funzione di stabilizzazione del rimorchio, Abs con assistenza alla frenata, Asr (antislittamento in accelerazione), Eds, Msr (regolazione coppia motore in fase di rilascio)
– Bloccaggio elettronico del differenziale Xds
– Fatigue Detection: sistema di rilevazione della stanchezza del conducente
– Indicatore pressione pneumatici
– Programma Off road (attivabile tramite pulsante nella consolle centrale)
– Sistema start & stop e recupero dell’energia in frenata
– Assetto rialzato di 30 mm rispetto alla Passat Variant
– Cerchi in lega Valley 7J x 17, pneumatici 225/50 R 17 autosigillanti
– Park Pilot, sensori di parcheggio anteriori e posteriori
– Freno di stazionamento elettronico con funzione Auto Hold
– Climatizzatore automatico Climatronic bi-zona
– Computer di bordo con display multifunzione Plus
– Radio Rcd 310, 8 altoparlanti, Cd/Mp3 player, ingresso Aux-In
– Rivestimento sedili colore nero, fianchetti in Alcantara
– Volante e leva del cambio rivestiti in pelle
– Specchietto retrovisore interno fotosensibile
– Specchietti retrovisori esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, quello lato guidatore fotosensibile
– Fari fendinebbia con cornici cromate e luci di svolta statiche
– Listelli sottoporta maggiorati
– Protezioni anteriori e posteriori in look acciaio
– Doppio terminale di scarico separato con finitura cromata
– Mancorrenti con finiture argento anodizzato (ore 09:30)