Stoccarda – Completamente rinnovata, la Mercedes-Benz SL dà seguito a una tradizione iniziata ben sessant’anni fa. Da allora la sigla SL sta ad indicare la simbiosi tra sportività, stile e comfort oltre a rivoluzionarie innovazioni. Costruita per la prima volta quasi interamente in alluminio, la nuova SL pesa fino a 140 chilogrammi in meno rispetto ai suoi predecessori. L’elevata resistenza della scocca, interamente in alluminio, crea i migliori presupposti per un comportamento agile e decisamente più sportivo, unito ad comfort esemplare. A migliorare ulteriormente la dinamica di marcia provvedono i nuovi motori BlueDertect, più potenti ma al tempo stesso in grado di consumare anche il 29% in meno rispetto a quelli della precedente generazione. Tra le anteprime assolute di questo modello vale la pena ricordare il Frontbass, un sistema unico al mondo che, sia con tetto aperto che chiuso, regala questa esclusiva sportiva l’acustica di una sala concerti, oltre al tergilavacristalli adattivo Magic vision control che, direttamente dalla spazzola, spruzza il liquido lavacristalli sul parabrezza a seconda delle necessità e del senso di tergitura.
Rispetto alla precedente generazione, la nuova SL offre evidenti vantaggi in termini di comfort e di sportività e fissa nuovi parametri di riferimento nella categoria delle roadster premium. A ciò si aggiunge la perfetta idoneità all’uso quotidiano, che la rende in assoluto la più versatile tra le vetture sportive. In poche parole, incarna l’idea di una guida passionale e raffinata ad altissimo livello.
Dieter Zetsche, presidente Daimler AG e responsabile Mercedes-Benz Cars: <<In tutto il mondo esistono circa 900 milioni di auto e migliaia di modelli. Alcune di queste, e si contano sulle dita di una mano, sono diventate vere e proprie icone. La nostra SL è una di loro: ha classe, stile ed è sinonimo di comfort ed eleganza. Tutto questo fuso in un’incredibile sportività e dinamismo. Nessuna vettura più della nuova SL poteva interpretare meglio l’ambizione di Gottlieb Daimler: The best or nothing>>.
La Mercedes-Benz SL interpreta alla lettera la celeberrima sigla SL: super-leggera. Come per la primissima SL del 1952, caratterizzata da un telaio tubolare leggero, anche la nuova SL vanta tra le eccezionali migliorie tecniche una sistematica riduzione del peso. Per la prima volta, infatti, Mercedes-Benz ha creato per la produzione in serie una scocca interamente in alluminio. Solo pochi componenti sono realizzati in altri materiali. Per la copertura dietro il serbatoio, i progettisti hanno utilizzato anche il magnesio, un materiale ancora più leggero dell’alluminio. Nei montanti anteriori sono integrati, per motivi di sicurezza, elementi tubolari in acciaio ad alta resistenza.
La nuova scocca in alluminio pesa circa 110 chilogrammi in meno di una versione equivalente realizzata in acciaio. <<In pratica è come se dall’auto fosse sceso un peso massimo. L’effetto è lo stesso – afferma Thomas Rudlaff, responsabile Mercedes-Benz per la scocca in alluminio – Il risultato è chiaramente percepibile oltre che misurabile. Un minor peso equivale a più dinamismo e minori consumi. In altre parole: il piacere di guida aumenta e l’inquinamento ambientale si riduce>>.
La struttura in alluminio non è soltanto più leggera, ma si dimostra anche superiore alla versione in acciaio del modello precedente per rigidità, sicurezza e comfort. Questi risultati sono assicurati dall’intelligente adozione di materiali leggeri e componenti ottimizzati in funzione del loro impiego. Per la produzione delle parti in alluminio si utilizzano ad esempio diversi metodi di lavorazione. A seconda della loro funzione, i componenti sono realizzati per fusione in conchiglia o pressofusione sottovuoto, come profilati estrusi oppure sotto forma di lamierati in alluminio di diverso spessore. I risultati sono una grande rigidità torsionale, un’elevata sicurezza e un miglior comportamento vibrazionale.
Sebbene la nuova SL sia ancora più confortevole e disponga di un maggior numero di sistemi di sicurezza rispetto al modello precedente, sacrificando così parte del vantaggio in termini di peso derivante dalla scocca in alluminio, mostra comunque valori sorprendenti alla prova della bilancia. La nuova SL 500 (1.785 kg) pesa infatti complessivamente circa 125 kg in meno dello stesso modello della precedente generazione, mentre la SL 350 (1.685 kg) ha perso persino 140 kg. Questi risultati si devono all’intelligente perfezionamento di tanti dettagli che in aggiunta alla scocca in alluminio, contribuiscono alla riduzione del peso della nuova SL.
Potente in accelerazione, imperturbabile a qualsiasi velocità, leggera nei tratti curvilinei: la nuova SL assicura il massimo piacere di guida. Il merito non è soltanto delle potenti motorizzazioni ma anche e soprattutto di un autotelaio dall’assetto sportivo e confortevole che, al tempo stesso al pari della scocca, si distingue per l’uso intelligente di materiali leggeri. Per ridurre le masse non sospese, ad esempio, anche i fusi a snodo e i bracci elastici dell’asse anteriore sono stati realizzati in alluminio. Lo stesso vale per quasi tutti i componenti di guida delle ruote posteriori. 
Per la nuova SL sono disponibili due diversi tipi di sospensioni. La dotazione di serie prevede le sospensioni semiattive. In alternativa è disponibile a richiesta il sistema di sospensioni attive ABC (Active Body Control). Entrambe le tipologie di assetto sono abbinate a un nuovo sterzo diretto elettromeccanico con servoassistenza in funzione della velocità e rapporto di trasmissione variabile in base all’angolo di sterzata del volante. Lo sterzo assicura un’ottima precisione direzionale in rettilineo e quindi un elevato grado di sicurezza alle velocità autostradali e rende la SL particolarmente agile. Riduce inoltre lo sforzo al volante necessario nelle manovre di parcheggio e nelle svolte. 
Con i suoi 4.663 centimetri cubici di cilindrata, il nuovo V8 della SL 500 eroga 320 kW (435 cv) di potenza, circa il 12% in più del modello precedente, nonostante 0,8 litri in meno di cilindrata. I consumi sono scesi del 22%, mentre la coppia è salita da 530 a 700 Nm, un incremento pari al 32%. Il nuovo propulsore V6 della nuova SL 350 presenta la stessa cilindrata del modello precedente (3.499 cc) ed eroga 225 kW (306 cv) e 370 Nm. Consuma appena 6,8 litri ogni 100 chilometri, quasi il 30% di carburante rispetto al modello precedente. Per entrambe le motorizzazioni la funzione Eco start/stop è di serie. Anche il cambio automatico 7G-Tronic Plus, ottimizzato sotto il profilo dei consumi e del comfort, fornisce il proprio contributo alla riduzione dei consumi. L’esemplare parsimonia dei motori BlueDirect non sminuisce tuttavia il temperamento della roadster. Al contrario: la SL 350 accelera da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi, battendo di tre decimi il modello precedente. La SL 500 impiega, invece, 4,6 secondi, otto decimi in meno della precedente SL 500.
Contestualmente Mercedes-Amg ha presentato il modello di punta, la SL 63 Amg. Il motore V12 biturbo da 6,0 litri eroga una potenza massima di 463 kW (630 cv) e una coppia massima di 1.000 Nm. Il risultato: prestazioni straordinarie, eccellente erogazione di potenza e fantastica dinamica di marcia. L’adozione di una scocca completamente in alluminio, analoga a quella della supersportiva SLS Amg, ha consentito una netta riduzione del peso. La nuova SL 65 AMG si è, infatti, alleggerita di 170 chilogrammi. Il frontale espressivo è dominato dalla nuova mascherina ‘twin blade’ del radiatore, con due lamelle e dall’elemento trasversale dello spoiler anteriore, cromato e lucidato a specchio.
L’uso intelligente di materiali leggeri per la carrozzeria contribuisce anche alla riduzione dei consumi di carburante. Con un consumo di 11,6 litri ogni 100 chilometri (Nedc combinato) si è ottenuto un risparmio di 2,4 litri, vale a dire il 17% in meno rispetto al precedente modello SL 65 Amg, e si è fissato un nuovo parametro di riferimento nella categoria dei dodici cilindri a benzina. La riduzione dei valori di consumo si deve in gran parte al cambio 7G-Tronic Sppedshift Plus, alla funzione Eco start/stop, alle misure adottate nel propulsore per aumentare il rendimento e alla gestione dell’alternatore. Nonostante il netto miglioramento dei consumi, la potenza massima del V12 biturbo da 6,0 litri è passata da 450 kW (612 cv) a 463 kW (630 cv). La coppia massima è di 1.000 Nm.Si tratta di valori di potenza che non conoscono rivali e rendono la nuova SL 65 AMG capace di prestazioni straordinarie: da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi e una velocità di 200 km/h in soli 11,8 secondi. La velocità massima è di 250 km/h (limitata elettronicamente). Tra i punti di forza del dodici cilindri biturbo AMG figurano l’entusiasmante accelerazione e il comfort di marcia, accompagnato dal tipico sound V12 firmato Amg. (ore 18:50)

NO COMMENTS

Leave a Reply