Ingolstadt – Le prime due generazioni della A6 allroad quattro, degli anni 2000 e 2006, sono state molto apprezzate. Con la terza edizione della A6 allroad quattro Audi intende proseguire su questa strada. La nuova A6 allroad quattro esalta il temperamento sportivo della A6 Avant: può essere utilizzata ovunque e non si arresta certo dove finiscono le strade asfaltate. Le sue quattro motorizzazioni erogano potenze comprese tra i 204 cv (150 kW) e 313 cv (230 kW) e si distinguono per le prestazioni superiori e la grande efficienza.
La nuova Audi A6 allroad quattro, che misura 4,94 metri di lunghezza, è strettamente imparentata con la A6 Avant, ma è caratterizzata da molti dettagli specifici e da uno stile offroad. La carrozzeria, in ampi settori completamente in alluminio, è leggera e rialzata. Il design è stato sistematicamente rielaborato. Specifico è il dettaglio della calandra single-frame con i listelli verticali. A richiesta sono disponibili anche i fari xeno plus e i gruppi ottici in tecnologia Led.
Per gli esterni e gli interni, molto spaziosi, gli specialisti del centro stile Audi hanno creato delle tonalità cromatiche speciali, nonché nuovi materiali per la selleria e gli inserti decorativi. Il vano bagagli ha un volume che va da 565 a 1.680 litri e dotazioni pratiche come, per esempio, un set di fissaggio. Il portellone posteriore ad apertura automatica, opzionale, e una copertura avvolgibile elettrica rendono ancora più comodo lo stivaggio dei bagagli.
Per gli spostamenti sullo sterrato la vettura è dotata di un sensore dell’angolo di inclinazione e di un sistema per il controllo della velocità in discesa. A richiesta Audi completa l’allestimento con equipaggiamenti che migliorano ulteriormente il comfort a bordo. Spiccano, tra essi, l’“head up display” e i sedili ventilati e dotati di funzione di massaggio. Il sistema modulare di infotainment proposto da Audi culmina nel potente sistema di navigazione Mmi plus e nel raffinato Advanced Sound System della Bang & Olufsen. Il sistema “Audi connect” porta nella vettura vari servizi basati su Internet che, proprio come gli evoluti sistemi di assistenza per il guidatore, la collocano ai vertici del segmento.
La Audi A6 allroad quattro viene lanciata sul mercato con quattro potenti motori V6. Il Tfsi e i tre Tdi hanno una potenza compresa tra 204 cv (150 kW) e 313 cv (230 kW). I consumi sono diminuiti fino al 20% rispetto a quelli del modello precedente. A seconda della motorizzazione scelta, la forza motrice viene trasmessa alla trazione integrale permanente quattro con “torque vectoring” da un cambio automatico S tronic a 7 rapporti o da un cambio automatico tiptronic a otto rapporti. A richiesta, tutte le motorizzazioni possono essere abbinate al differenziale sportivo che ripartisce attivamente la coppia in modo dinamico tra le ruote posteriori.
Il sistema di regolazione “Audi drive select” con modalità “efficiency” nella nuova A6 allroad quattro è di serie, così come il sistema “adaptive air suspension”. Le sospensioni pneumatiche consentono, a seconda delle esigenze del momento, di abbassare o alzare la carrozzeria mediante la regolazione degli ammortizzatori. I cerchi sono da 18 pollici e, a richiesta, anche da 19 e 20 pollici. Il servosterzo elettromeccanico è preciso, morbido ed efficiente. In un momento successivo Audi offrirà a richiesta uno sterzo dinamico dal rapporto di trasmissione variabile.
L’Audi A6 allroad quattro sarà sul mercato a giugno con questa gamma e prezzi: 3.0 Tfsi quattro S tronic 310 cv (228 kW) 61.600 euro; 3.0 Tdi quattro S tronic 204 cv (150 kW) 58.900 euro; 3.0 Tdi quattro S tronic 245 cv (180 kW) 59.900 euro; 3.0 Tdi quattro tiptronic 313 cv (230 kW) 64.500 Euro. Successivamente arriverà la 3.0 Tdi quattro S tronic 245 cv (180 kW) Euro 6.
A giugno in Italia arriva anche la A8 hybrid. E’ la berlina ibrida più efficiente della classe di lusso e allo stesso tempo l’unica full hybrid europea del segmento, con un’autonomia di tre chilometri in modalità elettrica. La Audi A8 hybrid quattro abbina le prestazioni di un sei cilindri con i consumi di un quattro cilindri. Il 2.0 Tfsi e il motore elettrico erogano una potenza di sistema di ben 245 cv (180 kW); tuttavia, l’ammiraglia del marchio consuma mediamente solo 6,3 litri di carburante ogni 100 km. Gran parte di questa efficienza si deve alla carrozzeria ultraleggera in alluminio.
La Audi A8 hybrid è un ibrido parallelo, un progetto che garantisce grande efficienza. Motore elettrico e motore Tfsi 2.0 211 cv (155 kW) sono montati uno dietro l’altro e all’occorrenza lavorano insieme, collegati da una frizione. La potenza totale di sistema è di 245 cv (180 kW), la coppia massima di sistema 480 Nm. La forza viene trasmessa alle ruote anteriori mediante un tiptronic a otto rapporti fortemente modificato. La batteria agli ioni di litio, collocata nella parte posteriore della vettura, ha una capacità di 1,3 kWh ed è dotata di un sistema complesso di doppio raffreddamento ad aria.
La Audi A8 hybrid quattro abbina le prestazioni di un sei cilindri con i consumi di un quattro cilindri. Lo sprint da 0 a 100 km/h avviene in soli 7,7 secondi; la velocità massima è di 235 km/h. Nel ciclo misto la grande berlina consuma in media 6,3 litri di carburante ogni 100 km (emissioni di CO2: 147 g/km) – di gran lunga un record nella sua categoria. Con alimentazione elettrica e a 60 km/h, la Audi A8 hybrid ha un’autonomia di circa tre chilometri e può raggiungere una velocità massima di 100 km/h. Il guidatore può scegliere tra due programmi di marcia; all’interno del programma scelto l’hybrid manager (centralina che si trova nella catena cinematica) sceglie, tra cinque, la modalità di volta in volta più adatta.
Con una massa a vuoto di soli 1.870 chilogrammi, la Audi A8 hybrid è di gran lunga la berlina ibrida più leggera della sua classe. Un risultato che si deve, da una parte, al peso contenuto di soli 130 chilogrammi dei componenti aggiuntivi e, dall’altra, alla carrozzeria ultraleggera. Realizzata in Audi Space Frame di allumino, quest’ultima pesa solo 231 chilogrammi.
Anche l’autotelaio della A8 hybrid trae vantaggio dalla competenza Audi nella costruzione ultraleggera e concilia eccellente comfort di rotolamento e handling sportivo. I bracci delle ruote sono in lega, il servosterzo è dotato di uno speciale motore elettromeccanico. Fanno parte della dotazione di serie il sistema “Audi drive select” e le sospensioni “adaptive air suspension” con sistema di ammortizzazione variabile controllata. I grandi cerchi da 19 pollici hanno un design specifico per il modello ibrido.
Il design degli esterni della grande berlina ha un’eleganza senza tempo, con i fari in tecnologia Led (di serie) che conferiscono al frontale un’espressione inconfondibile. La Audi A8 hybrid è lunga 5,14 metri, cui si aggiungono altri 13 centimetri nella versione a passo lungo A8 L hybrid. L’abitacolo ha linee sportive e leggere, comandi semplici e qualità delle finiture di livello artigianale. Tutte le informazioni importanti sulla trazione ibrida sono visualizzate su speciali indicatori. A richiesta i sedili possono essere ventilati e dotati di funzioni massaggio, mentre la luce diffusa dona all’abitacolo un tocco particolare con i suoi Led. Sono poi disponibili anche altre caratteristiche come la consolle centrale continua e un tavolino ribaltabile.
La A8 hybrid vanta un’ampia scelta di sistemi d’infotainment. Il sistema Bose Surround Sound è di serie; come optional è disponibile un impianto high-end di Bang & Olufsen. Il sistema di navigazione e infotainment Mmi (a richiesta) con Mmi touch è dotato di un touchpad che permette l’inserimento di lettere e cifre. Completa questa centrale multimediale il telefono veicolare Bluetooth online, che si collega a Internet via Umts. I passeggeri possono utilizzare l’hotspot Wlan integrato per navigare liberamente in rete e accedere alla posta elettronica; per il guidatore sono stati invece predisposti appositi servizi di Audi connect, tra cui l’ultimissimo servizio di viabilità Audi online.
Anche i sistemi d’assistenza e di sicurezza che Audi ha pensato per la A8 hybrid sono ai massimi livelli. Tra questi vi sono il sistema d’assistenza alla guida notturna con segnalazione dei pedoni e l’assistente di parcheggio con quattro piccole telecamere. Anche il sistema di sicurezza “Audi pre sense basic” è di serie.
In Italia la A8 hybrid debutterà anch’essa a giugno. Costerà 86.200 euro. (ore 18:40)