Lavorazione di alta qualità e ampia gamma di accessori originali e componenti da postmontare oltre che accessori costruiti da preparatori di moto come pezzi singoli.

Bmw Motorrad presenta la nuova R nineT Scrambler, una motocicletta che lascia rivivere l’era dei modelli Scrambler tipici dagli Anni ’50 ai ’70 in uno stile del tutto particolare. Indipendentemente se dotata di cerchi in lega fucinati di serie o dell’optional ruote a raggi incrociati, si presenta sempre in uno stile raffinato. Uno degli obiettivi, infatti, era diminuire il numero di componenti a favore di un’immagine il più purista possibile.

Due elementi stilistici che non passano inosservati sono il serbatoio in lamiera di acciaio da 17 litri e il coperchio in sottile lamiera d’alluminio a destra sopra il condotto dell’aria di aspirazione con la scritta R nineT incisa.

La lavorazione di alta qualità si riconosce in numerosi piccoli dettagli, come per esempio i componenti fucinati in alluminio con superficie sabbiata a getto di perle di vetro e successivamente anodizzata al naturale, oppure il fissaggio del manubrio tubolare in alluminio a forma conica realizzato in alluminio e impreziosito dalla scritta Bmw Motorrad punzonata. Come per la R nineT, anche per la nuova Scrambler è disponibile un’ampia gamma di accessori originali Bmw e componenti da postmontare oltre che accessori costruiti da preparatori di moto come pezzi singoli.

La nuova Scrambler di Bmw punta sul classico motore Boxer raffreddato ad aria nella cilindrata di 1170 cm3 che eroga 110 cv a 7.750 g/min e sviluppa una coppia massima di 116 Nm a 6.000 g/min. Grazie alla nuova mappatura del motore e al sistema di alimentazione del carburante con filtro a carbone attivo soddisfa le norme antinquinamento Euro 4.

P90227679-highRes

L’affinità con un classico modello Scrambler è confermata dall’impianto di scarico montato alto, con i due terminali sistemati uno sopra l’altro. I tubi sono stati fissati particolarmente vicino alla moto, così da intensificare ulteriormente il look.

Analogamente alla Roadster R nineT, un aspetto importante che rende possibile l’elevato livello di personalizzazione è il particolare concetto del telaio in acciaio a doppia trave sviluppato appositamente, smontabile e che permette di viaggiare in due oppure da solo.

Proprio la seduta è una delle caratteristiche principali di una Scrambler. Per questo motivo il “triangolo ergonomico” – composto da manubrio, superficie di seduta e pedane, è stato definito ex novo. In confronto alla R nineT il manubrio è stato posizionato più in alto, la superficie di seduta presenta un’imbottitura leggermente più sottile e le pedane sono più basse e arretrate, così da creare un feeling di guida veramente rilassato.

Nel tipico stile Scrambler la ruota anteriore è di 19 pollici con pneumatico anteriore dalla misura 120/70-19 e posteriore da 170/60-17. L’impianto frenante è dotato di serie di ABS, pinze freno a 4 pistoncini, tubi flessibili dei freni in acciaio inossidabile e dischi freno anteriori dal diametro di 320 millimetri. Nel posteriore c’è un freno monodisco dal diametro di 265 millimetri con pinza flottante e 2 pistoncini.

NO COMMENTS

Leave a Reply