Barcellona – Tecnologia Skyactiv e design “Kodo – Soul of Motion”, stavolta nel segmento B. La nuova Mazda2, tecnologicamente avanzata, unisce forma e funzionalità con gli equipaggiamenti più sofisticati e moderni, fra cui Mzd Connect, un‘evoluta interfaccia uomo-macchina ottimizzata per l’abitacolo, sistema i-stop di spegnimento automatico al minimo di serie, disponibile anche con il sistema di rigenerazione dell’energia in frenata i-Eloop. Il lancio in Europa è previsto con la versione berlina 5 porte a inizio 2015.
Mazda2 è la prima Mazda dotata della nuova firma luminosa rotonda con 4 luci full-Led che si abbinano alla forma dinamica dei fari sottili e slanciati. Dieci tinte per la carrozzeria, di cui due inedite: Dynamic Blue (sportiva) e Smoky Rose (elegante). Disponibilità di ruote con cerchi in lega leggera da 15 e 16 pollici o in acciaio da 15 pollici.
La nuova Mazda2 offre maggiore spazio anteriore per le spalle e una consolle centrale più larga, insieme a maggior spazio posteriore per le ginocchia e per le gambe, posizione ottimale della pedaliera, ripresa dalla nuova Mazda3 con pedale acceleratore incernierato in basso, bagagliaio versatile e capiente grazie alla maggiore apertura del portellone.
Mazda ha ottimizzato la serie di motopropulsori Skyactiv per il segmento B, aggiungendo alla gamma di motori benzina ad alta compressione un nuovo diesel di bassa cilindrata e le versioni specifiche per questo modello dei cambi manuale e automatico. Tutte le versioni, inoltre, hanno di serie il sistema di spegnimento automatico al minimo denominato Mazda i-stop.
Disponibilità di tre propulsori (due per il mercato italiano), compresa una versione con rapporto di compressione più basso (12:1) e sistema di scarico 4 in 1. Skyactiv-G 1.5 115 cv (no per il mercato italiano), Skyactiv-G 1.5 90 cv e Skyactiv-G 1.5 75 cv.
Sono di serie Abs con Ebd (distribuzione elettronica della forza frenante) e assistente di frenata (Eba), Dsc (controllo di stabilità dinamica) e Tcs (sistema di controllo della trazione). Gli airbag frontali, laterali e a tendina (di serie) sono stati adattati per le dimensioni dell’abitacolo in modo da esercitare in anticipo la trattenuta sugli occupanti.
La dotazione tecnologica presenta: Blind Spot Monitoring, che rileva e avverte il guidatore dei veicoli in avvicinamento da dietro, nelle corsie adiacenti e nei punti ciechi ai lati della vettura, Smart City Brake Support, il sistema autonomo di frenata d’emergenza che interviene a velocità comprese fra 4 e 30 km/h attivando automaticamente l’impianto frenante della vettura se il sistema rileva un imminente impatto frontale; Lane Departure Warning System che monitora le linee che delimitano la corsia dai 65km/h in su, allertando il guidatore se esce involontariamente dalla propria corsia; High Beam Control che commuta automaticamente i fari da abbaglianti ad anabbaglianti per evitare di accecare gli altri guidatori.

1704_MAZDA2CFILEminimizer 1704_MAZDA2AFILEminimizer

SHARE
Melina Famà
Siciliana doc e amante di scarpe, borse e buon cibo. Laureata in Linguaggi dei Media all'Università Cattolica di Milano, si avvicina al mondo dei motori grazie al fidanzato, che la istruisce quasi come un maschiaccio. Gattara nell'animo, è admin di @igers_messina.