Sempre giovane e moderna. La Classe A si rinnova e diventa più tecnologica, sportiva e spaziosa che mai. Il design è un’evoluzione della filosofia Mercedes alla ricerca di una limpida sensualità delle forme. Grazie al passo più lungo sembra visivamente molto più allungata, impressione dettata anche da un cofano motore ribassato che degrada più rapidamente e dove si notano i fari a Led piatti. I passaruota sono più grandi, idonei per ospitare ruote da 16 fino a 19 pollici, mentre le sottili luci posteriori sdoppiate danno quel tocco di eleganza in più. Migliorato il CX, adesso di 0,25; un valore che rende la nuova Classe A la vettura più aerodinamica del segmento.

Completamente rinnovati gli interni, con la plancia portastrumenti che non presenta più la classica calotta di copertura e un display widescreen sospeso sulla plancia, disponibile in tre versioni: due display da 7”, un display da 7” e uno da 10,25”, due display da 10,25”. Nonostante l’aspetto sportivo, la nuova Classe A è molto più pratica e spaziosa: la capacità del bagagliaio è di 370 litri (+29 litri rispetto al modello precedente) e grazie alle luci posteriori sdoppiate l’apertura di carico è di 20 cm più larga e il pianale più lungo di 11,5 cm. Una novità è il porta bevande sul tunnel centrale e per i sedili posteriori c’è una scelta fra 3 tipologie: oltre al modello base, si possono scegliere i sedili comfort o i sedili integrali sportivi, disponibili in combinazione con le diverse versioni di equipaggiamento.

Mercedes-Benz User Experience

La nuova Classe A è la prima Mercedes equipaggiata con il nuovissimo sistema multimediale MBUX (Mercedes-Benz User Experience). La particolarità di questo sistema è la sua capacità di “apprendere” grazie all’intelligenza artificiale e mettere in collegamento in maniera inedita tra loro auto, guidatore e passeggeri. Tra le altre particolarità, a seconda degli allestimenti, ci sono la plancia ad alta risoluzione con display widescreen e comandi touchscreen del display multimediale, la navigazione con tecnologia della realtà aumentata e i comandi vocali intelligenti con comprensione del linguaggio naturale.

Con il sistema infotainment MBUX debuttano anche nuovi servizi Mercedes me connect e ne vengono perfezionati altri. Tra questi, ci sono le funzioni di navigazione sulla base della comunicazione Car-to-X (informazioni da veicolo a veicolo su avvenimenti rilevati da sensori oppure rilevati grazie a un messaggio manuale dell’utente) e il tracking del veicolo che facilita la ricerca dell’auto parcheggiata e invia un messaggio nel caso in cui venga urtata o rimorchiata.

Una piccola Classe S

La nuova Classe A è dotata dei sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione ripresi dalla Classe S e adesso, per la prima volta, può viaggiare in modalità parzialmente automatica. Di serie è dotata del sistema di assistenza alla frenata attivo ampliato e il Pre-Safe Plus, che fa parte del pacchetto sistemi di assistenza alla guida, può rilevare il pericolo di un impatto posteriore. Un altro esempio che testimonia il trasferimento tecnologico da vetture di segmenti superiori sono i fari Multibeam Led disponibili a richiesta, che adeguano elettronicamente le luci di marcia alle condizioni del traffico.

Al lancio, previsto in primavera, la nuova Classe A sarà disponibile con tre motorizzazioni: A 200 da 163 cv con cambio a doppia frizione 7G‑DCT o manuale a sei marce; A 250 da 224 cv con cambio a doppia frizione 7G-DCT; e A 180 d da 116 cv con cambio a doppia frizione 7G-DCT. La nuova Classe A sarà disponibile anche con trazione integrale permanente 4Matic e a seconda della motorizzazione con diversi assetti.