Oxford – La nuova Mini John Cooper Works combina l’autentico race-feeling con le caratteristiche premium e la sostanza di prodotto dell’ultima generazione Mini. Il cuore è il propulsore più potente finora mai montato in un modello di serie del marchio premium britannico: quattro cilindri a benzina da 2.000 cc sviluppato attingendo al know-how del motorsport, sulla base dell’ultima generazione di propulsori dotati di tecnologia TwinPower turbo, con incremento di potenza a 170 kW/231 kW, turbocompressore e impianto di scarico costruiti appositamente, cambio manuale a sei rapporti di serie, cambio Steptronic sportivo a sei rapporti come optional.
L’aspetto è subito riconoscibile grazie ad elementi di design ed equipaggiamenti sviluppati appositamente: gruppi ottici Led con indicatori di direzione bianchi, cornice dei passaruota dalla sagoma marcata, calandra del radiatore, Side Scuttle e cofano posteriore con targhetta John Cooper Works, impianto di scarico sportivo con terminali di scarico speciali.
Al netto degli equipaggiamenti che crescono, il peso della vettura è lo stesso del modello precedente. Un’ulteriore rivalutazione del carattere della nuova Mini John Cooper Works si ha grazie agli optional sviluppati appositamente per il nuovo modello e agli accessori originali di tuning John Cooper Works. Come optional Head-Up-Display con indicazioni dedicate, tetto e calotte degli specchietti retrovisori esterni in chili red, cerchi in lega John Cooper Works da 18 pollici, strisce per il cofano motore John Cooper Works e componenti esterni ed interni della linea di design John Cooper Works Pro, abbinati alla perfezione al nuovo modello, offerti nell’ambito degli accessori originali Mini.