Nonostante gli ultimi dati di mercato diano il GPL in costante calo – insieme al metano – non mancano i modelli auto disponibili proprio con questa fonte di alimentazione. Ultimo in ordine di arrivo nel segmento B, il più “sensibile” a questo tipo di risorsa dove a fine 2015 per la carrozzeria berlina era presente sul 15% delle vetture immatricolate, è la Nuova Peugeot 208, disponibile in versione GPL già dal 2013.

Adesso anche la Nuova 208 introduce in gamma quest’alimentazione, ma con uno schema tecnico innovativo: impianto GPL dello specialista Landi Renzo abbinato al tre cilindri benzina PureTech da 82 cv.

La Nuova Peugeot 208 a doppia alimentazione benzina/GPL risponde alla normativa Euro 6 e beneficia della garanzia ufficiale del Leone. L’impianto, infatti, è installato direttamente in fabbrica, a Trnava, in Slovacchia, direttamente sulla linea di produzione.

Per continuare ad assicurare prestazioni e affidabilità il tre cilindri PureTech 82 cv è dotato di una testata dedicata, con valvole e sedi valvole rinforzate.

L’impianto è dotato di un serbatoio GPL da 33,6 litri collocato nell’alloggiamento della ruota di scorta, sotto il pianale del bagagliaio, e di una valvola per il rifornimento a fianco del bocchettone della benzina. Modifiche che non hanno alcun impatto sulla capacità del vano di carico e sull’estetica.

La Peugeot 208 PureTech 82 GPL è disponibile con carrozzeria a tre e a cinque porte e nei tradizionali allestimenti Access, Active e Allure. Questi i prezzi.

Nuova Peugeot 208 anche in versione GPL. Prezzi da 14.550 euro