Concepita inizialmente quasi 50 anni fa, la Range Rover si è continuamente evoluta primeggiando sempre come il Suv di lusso per eccellenza. In questo articolo vi avevamo anticipato la grande novità della nuova Range Rover Sport, che sarà la prima Land Rover ibrida. Oggi parliamo di tutta la nuova gamma Range Rover 2018, già ordinabile e con prime consegne previste dalla fine del 2017 a seconda dei mercati.

Il nuovo modello presenta una naturale evoluzione degli eleganti esterni e dei lussuosi interni. Le modifiche al design danno un look ancora più ricercato, con il caratteristico cofano a conchiglia fisicamente e visivamente più lungo, il paraurti posteriore che adesso incorpora i terminali di scarico, sei nuovi stili di cerchi in lega e due tinte metallizzate di carrozzeria in più. I fari di nuova concezione sono disponibili in quattro opzioni Led: Premium, Matrix, Pixel e Pixel-Laser.

Lusso e tecnologia a bordo

A bordo, ogni dettaglio è stato disegnato e realizzato con cura, soprattutto per esaltare il comfort. Ne sono un esempio i sedili, che offrono maggiore reclinabilità e più spazio per gambe e piedi oltre a contare sulla funzione massaggio, e i finestrini più spessi del 20% per ridurre il rumore nell’abitacolo. L’eleganza degli interni è stata accresciuta integrando il più avanzato sistema di infotainment prodotto da Jaguar Land Rover: il Touch Pro Duo, soprannominato “Blade”, composto da due touchscreen da 10″ ad alta definizione posti nella consolle centrale.

Per la massima connettività, a bordo si possono contare fino a 17 prese di corrente, incluse quelle di tipo domestico, Usb, Hdmi e 12V; il wi-fi 4G permette di connettere fino a 8 dispositivi. La nuova Range Rover si avvantaggia anche della pionieristica tecnologia Remote Intelligent Seat Fold, che consente di riconfigurare a distanza entrambe le file dei sedili tramite lo smartphone.

Serie completa di sistemi di assistenza alla guida

La suite di funzioni di assistenza alla guida della Range Rover 2018 è stata ristrutturata con una serie di pacchetti opzionabili. Funzioni fondamentali come la telecamera posteriore, il Lane Departure Warning, l’Emergency Braking, i sensori di parcheggio, il cruise control e lo Speed Limiter sono di serie.

Le leggendarie capacità offroad della Range Rover si avvantaggiano dell’arrivo della versione ibrida: il sistema Terrain Response 2 è stato infatti ricalibrato per distribuire a tutt’e quattro le ruote la coppia del motore elettrico. In caso di necessità, l’altezza della vettura può essere aumentata in situazioni impegnative, con due opzioni: Off-Road Ride Height 1, che solleva il veicolo fino a 40 mm (a una velocità non superiore a 80 km/h) e Off-Road Ride Height 2, che solleva l’auto per un massimo di 75 mm a velocità non superiori a 50 km/h. In ogni caso, viaggiando oltre i 105 km/h le sospensioni si abbassano di 15 mm, mentre il dispositivo Access Height abbassa l’auto fino a 50 mm per facilitare la salita e la discesa dei passeggeri.

La gamma motori

Con il lancio della versione P400e, la motorizzazione SDV6 Hybrid Diesel non è più disponibile. Come diesel ci saranno il 3.0 da 249 cv e il 4.4 da 339 cv; unico motore benzina è il 5.0 V8 Supercharged, che ha visto un incremento della potenza da 510 a 525 cv. Per saggiare il lusso e le performance Range Rover all’ennesima potenza c’è la SVAutobiography Dynamic, la più potente Range Rover di serie mai prodotta dotata del V8 Supercharged che eroga 565 cv, un aumento di 15 cv rispetto alla versione precedente.