Il nuovo 1.8 TSI grazie ai suoi 192 cv vanta 12 cv in più rispetto alla versione precedente. Ma la vera novità è rappresentata dalla coppia: si parla ora di 320 Nm (rispetto ai 250 Nm della versione precedente) in un regime compreso tra 1.450 e 4.200 giri.

media-IBIZA_CUPRA_001

La storia di successo chiamata Ibiza Cupra inizia nel 1996, anno in cui i distintivi modelli Cupra iniziano a imporsi come elementi chiave di Seat. L’arrivo della nuova Ibiza Cupra segna ora un nuovo capitolo: 192 cv, differenziale autobloccante elettronico “XDS”, impianto frenante prestazionale, Cupra Drive Profile con sospensioni regolabili e un elevato livello di tecnologia.

La sportiva perfetta anche per l’uso quotidiano, grazie al propulsore 1.8 TSI vanta impressionanti prestazioni: 0-100 in 6,7 secondi e una velocità massima di 235 km/h. Gli interni rivisitati fanno trasparire tutta la qualità delle lavorazioni, mentre il Seat FullLink, il Seat DriveApp e il Seat ConnectApp rendono la nuova Ibiza Cupra ricca di una tecnologia sempre più a misura di chi guida. Il design invece, particolarmente apprezzato e tra i principali motivi d’acquisto della compatta spagnola, non ha subìto particolari interventi.

MOTORE PIÙ POTENTE E SOSPENSIONI ADATTIVE
Il nuovo 1.8 TSI grazie ai suoi 192 cv vanta 12 cv in più rispetto alla versione precedente. Ma la vera novità è rappresentata dalla coppia: si parla ora di 320 Nm (rispetto ai 250 Nm della versione precedente) in un regime compreso tra 1.450 e 4.200 giri.

La nuova Seat Ibiza Cupra monta di serie cerchi da 17” e sospensioni concepite per garantire la massima agilità. Di serie c’è anche il Drive Profile Cupra, sistema che consente di adattare le caratteristiche di guida alle preferenze di chi si trova al volante. Il sistema comprende anche il Cupra Selective Suspension, sistema di controllo adattivo delle sospensioni che permette di scegliere tra le modalità Comfort e Sport, modificando di conseguenza la risposta dello sterzo.

media-IBIZA_CUPRA_008

INTERNI RINNOVATI
Della nuova Ibiza Cupra balzano all’occhio anche i nuovi interni. L’attenzione ai dettagli si percepisce in ogni elemento, dal volante derivante dalla Leon alle prese d’aria, passando per il nuovo quadro strumenti e i sistemi di infotainment.

Insieme al MirrorLink, la soluzione per la connettività Seat integra anche le funzioni di Apple Car Play e Android Auto. Nel caso di Apple Car Play, tra le funzioni attualmente disponibili ci sono telefono e messaggi, oltre che musica e mappe.

Per questi sistemi è stata sviluppata appositamente la nuova Seat DriveApp, che offre una vasta gamma di funzioni utilizzabili anche al di fuori della vettura. Per esempio, lo schermo tattile della vettura può essere personalizzato con le previsioni atmosferiche o i propri contatti, oppure si può usare la funzione “text to speech” per leggere gli ultimi post di Facebook o Twitter, e “challenger” per ottimizzare le proprie percorrenze e ottenere uno stile di guida più efficiente. Parcheggiando la vettura, con “dov’è la mia auto” si può infine registrare la posizione esatta in cui viene lasciata la vettura per ritrovarla poi più facilmente al ritorno.

NO COMMENTS

Leave a Reply